Gelatina pere e arancia

Per finire quest’anno una ricetta vegan, senza alcun prodotto di origine animale.

Un dolce, anzi meglio una gelatina alla frutta, che potete portare in tavola anche domani sera, come fine pasto.

gelatina-pere-e-arancia

Ingredienti per 8 persone

  • ml 750 di succo d’arancia rossa senza zucchero aggiunto
  • ml 750 di succo d’arancia bionda senza zucchero aggiunto
  • 6 pere mature
  • 8 g di agar-agar in polvere

Macrolibrarsi.it presenta: ChufaMix - Veggie Drinks Maker

Preparazione

Elimina la buccia e il torsolo delle pere, poi tagliale a dadini e spruzzale con poco succo d’arancia gialla.

Metti il succo d’arancia rimasto in una pentola di acciaio inox e porta ad ebollizione; unisci 4 grammi di agar-agar e mescola bene per farlo sciogliere facendo sobbollire per 2-3 minuti.
Toglilo dal fuoco e lascialo intiepidire e solidificare un poco.

Fai la stessa cosa con il succo d’arancia rosso.  In uno stampo per plumcake fai uno strato di succo d’arancia giallo e unisci i dadini di pera.

Procedi poi allo stesso modo utilizzando tutte le pere e le gelatine.

Ricetta di Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Agar Agar in Polvere
Gelidificante 100% vegetale – Addensante per marmellate, budini, dolci

€ 7.80

Risotto al vino rosso e Puzzone di Moena

staff2

Questa ricetta me l’ha inviata un mio amico toscano, Alessandro, che è un bravissimo cuoco. Prepara sempre cose molto interessanti e buone, spesso non sono propriamente leggere, ma sicuramente sono buone. Un uomo da sposare.

Macrolibrarsi.it presenta Weleda: in accordo con uomo e natura

 Ingredienti per 4 persone

Preparazione

Tritate finemente lo scalogno e fatelo stufare, in un tegame antiaderente, aggiungendo un pochino di brodo che avrete preparato con la nostra ricetta.

Quando lo scalogno sarà pronto aggiungete il riso e fatelo tostare per un paio di minuti, versate il vino e lasciatelo evaporare,  aggiungete un paio di mestoli di riso e lasciate cuocere rimestando ogni tanto e aggiungendo del brodo quando questi sarà evaporato.

Nel frattempo, in un pentolino fate sciogliere il formaggio insieme alla panna da cucina.

Quando mancherà un minuto alla cottura del riso, aggiungete il formaggio fuso e iniziate a mantecare, aggiustate di sale e pepe e servite caldo.

Ricetta suggerita da Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Carpaccio vegan di funghi champignon e pinoli

int

Ingredienti per 4 persone

  • gr 400 di funghi champignon
  • gr 100 di rucola
  • 1 limone bio
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 10 foglie di prezzemolo
  • 1 cucchiaio di pinoli tritati
  • sale marino integrale
  • pepe nero

CIBO CRUDO

Preparazione

Spremi il limone e filtrane il succo, poi mettilo in una ciotolina con l’olio, il sale e il pepe.

Emulsiona con una forchetta.

Pulisci i funghi eliminando l’eventuale terriccio, spuntane il gambo e lavali rapidamente sotto l’acqua corrente.

Asciugali delicatamente con un telo pulito o carta da cucina.

Affettali quindi finemente usando la mandolina.

Sistema la rucola (mondata, lavata e asciugata) in un piatto di portata e distribuisci sopra le fettine di funghi. Irrora con la salsina preparata, spolverizza con il prezzemolo tritato e copri con pellicola trasparente per circa 30 minuti prima di servire.

Trascorso il tempo indicato, elimina la pellicola, completa con i pinoli e porta a tavola.

Ricetta di Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Paprica

Oggi vi parleremo dei benefici della paprica.

Per farlo seguiremo i consigli di Assunta Ruscitto, che segue per noi la nostra rubrica sulle spezie.

img-20161023-wa0007

La paprica appartiene alla famiglia delle solanacee. E’ originaria del Messico e fu importata in Spagna e in Marocco dai conquistadores spagnoli, prima di arrivare in Ungheria dove nell’ottocento la pianta prese saldamente piede.

Si ottiene macinando semi e polpa di più tipi di peperoncino essiccati.

Esiste la paprica dolce ottenuta dai peperoni non piccanti, la paprica piccante ottenuta aggiungendo ai peperoni anche i peperoncini piccanti e la paprica affumicata, ottenuta tramite la macinazione di peperoni essiccati ed affumicati.

La paprica dolce è usata nell’industria alimentare per preparare diversi prodotti, per esempio vari tipi di snack.

La paprica è uno degli ingredienti, insieme a curcuma, senape, coriandolo, cumino e pepe nero, per preparare il curry o i masala, e viene usata moltissimo nella cucina orientale.

Con la paprica si condiscono diversi piatti a base di riso e viene usata per insaporire zuppe, stufati, ecc.

Macrolibrarsi.it presenta la nuova collana Il Filo Verde di Arianna

Contiene molte sostanze nutritive essenziali:

  • Capsaicina, che è conosciuta per le sue proprietà antiossidanti, per i benefici per il sistema cardiovascolare e per le proprietà antireumatiche e analgesiche;
  • vitamine A, E, C, K e del gruppo B;
  • betacarotene;
  • luteina;
  • zeaxantina;
  • tra i sali minerali: calcio, ferro, fosforo, magnesio, manganese, potassio, selenio, sodio, ecc.;

Per questo la paprica:

  • favorisce la digestione poiché provoca l’aumento della secrezione gastrica;
  • migliora la circolazione sanguigna;
  • è un antitumorale grazie al licopene, al betacarotene e alle vitamine A e C che bloccano le cellule tumorali;
  • è un antisettico e un disinfettante;
  • è utile nell’abbassare il colesterolo;
  • stimola la produzione di collagene grazie alla presenza della Vitamina C;
  • previene la caduta dei capelli;
  • protegge la vista.

Si consiglia di non usare in dosi eccessive la paprica poiché potrebbe irritare l’intestino e provocare diarrea o stipsi.

Controindicazioni:

Le persone che soffrono di allergia o di colite non dovrebbero assumere la paprica. Non è indicata per i bambini e per le donne in gravidanza. Comunque è sempre bene chiedere un parere al proprio medico.

Articolo di Assunta Ruscitto

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Cestini veg di cioccolata e panna

2

Ingredienti per 4 cestini

  • gr 80 di cioccolato fondente
  • 1 cucchiaio di stevia
  • 10 lamponi
  • 4 cucchiai di panna vegetale da montare

CIBO CRUDO

Preparazione

Inizia a preparare il tuo dolce fondendo il cioccolato a bagnomaria.

Quindi,  lascialo intiepidire e versalo in pirottini di carta della misura desiderata, distribuendolo il preparato in maniera uniforme sulle pareti.

Metti, poi i tuoi pirottini in frigo a solidificare.

Una volta raggiunta la consistenza desiderata, stacca, quindi, la carta dei pirottini molto delicatamente, avendo cura di non rompere i cestini.

Monta la panna con la stevia.

Farcisci ogni cestino di cioccolato con panna di montata e decora con i lamponi.

Servi subito in tavola.

Ricetta di Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

 

Zuppa finocchi e cannellini

int

Ingredienti per 4 persone

  • gr  600 di cannellini già cotti
  • gr 600 di finocchi mondati (solo la parte più tenera)
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • 1 cucchiaino raso di cumino in polvere
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 foglia di alloro
  • sale marino integrale
  • pepe

Macrolibrarsi.it presenta la nuova collana Il Filo Verde di Arianna

Preparazione

Fai lessare in poca acqua salata i finocchi, poi frullali con il liquido di cottura in modo da ottenere una crema.

Metti a scaldare l’olio in un tegame e unisci rosmarino e alloro, poi aggiungi i cannellini lessati e lasciali insaporire mescolando per 3 minuti.

CIBO CRUDO

Versa il frullato di finocchi, regola di sale e di pepe, aggiungi il cumino e fai scaldare bene.

Servi in tavola unendo, a piacere, qualche tocchetto di finocchio.

Ricetta di Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Il Vino per i menù di Natale e Capodanno

Dal connubio (ma soprattutto dal matrimonio) tra un amante dei vini e una cuoca sopraffina nasce tutto ciò…

Buone Feste da tutti noi!!!!

due

 

Della Birra di Natale abbiamo già detto, e degli abbinamenti per i banchetti dei giorni di festa.

Ora occupiamoci dell’abbinamento del vino con i piatti del menù di Natale e Capodanno, presentati dalla nostra Mastercheffa Roberta D’Alessandro.

Iniziamo, senza indugio alcuno, cominciando dagli antipasti.

Roberta per Natale ci propone Carciofi alla Giudia e Crepes di ceci e alga nori, con i quali si sposano bene le bollicine di un prosecco di carattere, la cui fermezza e il cui sapore deciso ben si sposano con il fritto e l’amaro del carciofo ma anche con la delicatezza delle crepes, a contrasto.

Fate attenzione, non deve essere uno spumante o un vino secco, no, accertiamoci che sull’etichetta sia scritto prosecco, meglio se superiore e docg (denominazione di origine controllata e garantita).

Lo stesso vale per Capodanno, per equilibrare la dolcezza delle Chips di zucca, come anche delle patate e delle melanzane sulle bruschette e della samosa di verdure.

Passiamo ai primi. Schiaffoni ripieni veg per Natale, con cui si sposa bene un vino bianco come il San Severo o un rosato, da servire fresco.

Con gli Spaghetti alla vodka ed erbe aromatiche di Capodanno, che beviamo? Ci vuole un vino che esalti e non copra l’aroma della vodka quindi, anche qui un bianco leggero è l’abbinamento ideale.

 

I secondi di Natale, Polpettone di fave e spinaci e i carciofi ripieni, con un buon Vermentino di Gallura scendono decisamente meglio, come anche con le Polpette veg e il Seitan impanato della cena per salutare l’anno vecchio e accogliere il nuovo.

Il Vermentino va servito freddo, tra i sei e gli otto gradi e con il suo profumo delicato e il gusto morbido e leggermente amarognolo, accompagna bene questi piatti come anche i relativi contorni, suggeriti dalla nostra Cheffa.

Eccoci alla fine delle nostre cene festaiole, quindi ai dolci. Per Natale consiglio bollicine, meglio se dolci. Il Brachetto d’Aqui, servito non troppo freddo, accompagna bene sia il Panettone veg alle creme e frutti di bosco, sia il Pandoro veg ma anche la Sfoglia cometa.

Dal perlage persistente, l’effervescenza dei vini spumante, il Brachetto è dolce e delicato, il che lo rende ideale per i dessert e i dolci da forno,  come accompagnamento alla frutta, non solo fresca. Il Brachetto si sposa bene anche con la frutta secca, in particolare, tra l’altro, con le mandorle.

Mandorle che sono uno degli ingredienti del Budino proposto in alternativa alle Crostatine veg cioccolato e pere. Con questo dolce dalle note dolci e amare, in alternativa, propongo il Vin Santo, in particolare toscano o umbro, che è poco dolce e rinfresca il palato. Meglio se servito a temperatura ambiente.

Con la speranza di aver fatto onore ai menù della Mastercheffa Roberta, non mi resta che augurarvi buon pranzo di Natale e buona cena della fine e dell’inizio anno, senza dimenticare che il bicchiere non deve essere mai vuoto e mai pieno.

Alla salute!

Articolo di Alessandro Rotondi

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Tiramisù alla melagrana

13048120_1137311656333335_1176646697711565558_o

Ingredienti per 6 persone

  • gr 200 di yogurt greco intero
  • 3 cucchiai di stevia
  • 1 uovo bio
  • 3 savoiardi
  • ml 150 di succo di melagrana
  • gr 20 di zucchero
  • qualche chicco di melagrana

Macrolibrarsi.it presenta Weleda: in accordo con uomo e natura

Preparazione

Metti lo zucchero e il succo di melagrana in una casseruola piccola in acciaio inox. Porta ad ebollizione , quindi togli dal fuoco.

Lavora il tuorlo dell’uovo con la stevia fino ad ottenere un composto chiaro, poi aggiungi lo yogurt greco e amalgama bene.

Monta l’albume a neve ben ferma, poi aggiungilo al mix di tuorlo e stevia con movimenti delicati, dall’alto verso il basso.

Dividi i savoiardi in 2-3 pezzetti.

Bagnali con lo sciroppo di melagrana e forma i bicchierini, alternando i tocchetti di savoiardi alla crema.

Guarnisci poi con qualche chicco di melagrana.

Ricetta di Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Germoglio - Germogliatore automatico
Germogli in soli 3-5 giorni – BPA FREE

€ 149,00

 

Teglia vegan di carciofi e mozzarella di riso

13071898_1140274529370381_4505538913191280405_o

Oggi vi proponiamo una ricetta vegan, quindi assolutamente cruelty free. Provatela per le prossime feste.

Ingredienti per 4 persone

  • 12 carciofi
  • gr 150 di mozzarella di riso
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 10 foglie di prezzemolo tritate
  • 1 limone bio
  • sale marino integrale
  • pepe

Preparazione

Monda i carciofi con cura eliminando le foglie più dure, le spine e l’eventuale barba interna.

Dopo averli tagliati a metà, tagliali ancora a metà ottenendo 4 spicchi per carciofo e mettili in acqua acidulata con altro succo di limone .

Ungi una teglia con un cucchiaio di olio, sistemaci i carciofi, che avrai lessato, e ricoprili  con tocchetti di mozzarella.

Spolverizza con pepe e poco sale e inforna a 180° fino ad ottenere una crosticina dorata.

Servi in tavola spolverizzando con prezzemolo tritato e, ancora, con altro pepe a piacere.

Ricetta di Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Cocottine di uova e bietine

coccottine2

Ingredienti per 4 persone

  • 4 uova biologiche
  • gr 200 di bietine
  • gr 10 di burro
  • 1-2 cucchiaini di santoreggia
  • sale marino integrale
  • pepe

Vendita microspie Roma

Preparazione

Monda le bietine e lessale in una pentola con acqua leggermente salata.

Scolale, strizzale eliminando l’acqua in eccesso e tritale finemente.

Lasciale asciugare e, poi mettile in una terrina.

Quando le bietine sono fredde mettile in una terrina di vetro.

Unisci, allora, un pizzico di sale marino integrale, una presa abbondante di pepe nero appena macinato, la santoreggia e le uova sgusciate, quindi amalgama bene tra loro tutti gli ingredienti.

Dopo di che imburra 4 cocottine e distribuisci all’interno di ognuna di esse una parte del tuo composto formato da uova e bietine.

Inforna a 180 °C nel forno già caldo per una ventina di minuti.

Una volta cotte, puoi decidere tu se servire calde o tiepide.

Ricetta di Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Estraggo Pro - Estrattore
Estrattore di succo da frutta e verdura – BPA Free – 60 giri al minuto – Puoi inserire la frutta e la verdura intera!

€ 469,00