Archivi tag: agar agar

Gelatina pere e arancia

Per finire quest’anno una ricetta vegan, senza alcun prodotto di origine animale.

Un dolce, anzi meglio una gelatina alla frutta, che potete portare in tavola anche domani sera, come fine pasto.

gelatina-pere-e-arancia

Ingredienti per 8 persone

  • ml 750 di succo d’arancia rossa senza zucchero aggiunto
  • ml 750 di succo d’arancia bionda senza zucchero aggiunto
  • 6 pere mature
  • 8 g di agar-agar in polvere

Macrolibrarsi.it presenta: ChufaMix - Veggie Drinks Maker

Preparazione

Elimina la buccia e il torsolo delle pere, poi tagliale a dadini e spruzzale con poco succo d’arancia gialla.

Metti il succo d’arancia rimasto in una pentola di acciaio inox e porta ad ebollizione; unisci 4 grammi di agar-agar e mescola bene per farlo sciogliere facendo sobbollire per 2-3 minuti.
Toglilo dal fuoco e lascialo intiepidire e solidificare un poco.

Fai la stessa cosa con il succo d’arancia rosso.  In uno stampo per plumcake fai uno strato di succo d’arancia giallo e unisci i dadini di pera.

Procedi poi allo stesso modo utilizzando tutte le pere e le gelatine.

Ricetta di Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Agar Agar in Polvere
Gelidificante 100% vegetale – Addensante per marmellate, budini, dolci

€ 7.80

Budino di mandorle agli agrumi

13908938_1216130615118105_8552825476726882372_o

Ingredienti

  • 1 litro di latte di mandorle
  • 3 cucchiaini di agar agar
  • succo di metà pompelmo, metà arancia, e la loro scorza grattugiata
  • ½ cucchiaio di fecola di mais

CIBO CRUDO

Preparazione

Versate il latte e l’agar agar a freddo in una casseruola adeguata dal fondo spesso.Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Mescolate molto bene con l’aiuto di una frusta, in modo che l’agar agar si sciolga, e aggiungete la scorza degli agrumi.

Portate a bollore a fuoco dolce, 4-5 minuti, togliete dal fuoco e trasferite in uno stampo da budino, lasciate raffreddare a temperatura ambiente prima di mettere in frigorifero.

Scaldate, intanto, in un pentolino più piccolo, il succo degli agrumi, e fate sciogliere la fecola, in una ciotola, con pochissima acqua.

Versate la fecola nel pentolino del succo di agrumi e mescolate con una frusta facendo addensare.

Sformate il budino dallo stampo, appoggiando un piatto sulla superficie e capovolgendo delicatamente.

Servite freddo con la crema di agrumi, calda, accanto.

Ricetta di Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Grappa del Nonno Gino - Prosecco
Sapore delicato, ideale come fine pasto.
€ 22.90

Torta anguria e yogurt

int

Ricetta di Roberta D’Alessandro

Ingredienti x 8 persone

  • 150 g di frollini al cioccolato
  • gr 80 di burro
  • gr 400 di polpa di anguria (togliere i semi)
  • gr 150 di zucchero semolato
  • gr 50 di zucchero a velo
  • 2 cucchiaini di Agar Agar
  • gr 300 yogurt greco (denso)
  • gr 300 di formaggio cremoso
  • ml 300 di panna vegetale
  • gr 100 di cioccolato fondente
  • granella di pistacchi

Preparazioneevi

Inumidire l’interno di una teglia rotonda a cerniera apribile e fatevi aderire della pellicola da cucina per uso alimentare, lasciandola uscire dall’orlo. Tenetela, quindi, in freezer fino al momento di riempirla.

Sciogliete il burro in un tegamino per 5 minuti. Frullate i biscotti in un tritatutto elettrico.

Amalgamate burro e biscotti in una ciotola, fino ad ottenere un composto consistente, ma ancora malleabile.

Trasferite il miscuglio nella teglia, formando uno strato uniforme e premendolo bene con le dita, per compattarlo. Rimettete la teglia in freezer.

Nel frattempo recuperate la polpa dell’anguria, scartando con cura i semi.

Tagliate qualche dadino di polpa e tenetelo in frigo.

Frullate il resto in un robot da cucina e trasferite, quindi, il frullato in un tegame, filtrandolo attraverso un setaccio, aiutandovi con una spatola.

Unite al frullato lo zucchero semolato e lasciatelo sciogliere, a fiamma dolcissima, mescolando sempre con un cucchiaio di legno (15 minuti).

Aggiungete l’Agar Agar al frullato e mescolate ancora per circa 15 minuti.

Versate, in una ciotola pulita, lo yogurt e il formaggio cremoso, unite lo zucchero a velo. Montate con una frusta elettrica, fino a ottenere una crema liscia e gonfia. Amalgamate la panna, montata a parte.

Stendete il composto, in uno strato uniforme, sulla base di biscotti, nella teglia.

Tenete in frigo per 3 ore.

Rimettete la teglia in freezer per ulteriori 15 minuti.

Versate il frullato di anguria gelatinato sopra la crema (deve essere consistente, quasi sciropposo, in modo che non si mescoli con la crema allo yogurt).

Tenete, infine, la torta in freezer, finché i vari strati si saranno ben consolidati, ma non gelati, per circa 2 ore.

Passato quest’intervallo di tempo, togliete la cerniera della teglia. Allontanate la pellicola, sfilandola lentamente da sotto la torta.

Appoggiate la torta su un piatto da portata, lasciandola sopra il fondo della teglia.

Cospargete la superficie della torta con scaglie sottili di fondente, ottenute con un pelapatate.

Guarnite l’orlo della torta con dadini di polpa di anguria molto freddi, alternandoli con pizzichi di granella di pistacchi.

Servite subito.

Agar Agar in Polvere
Gelidificante 100% vegetale – Addensante per marmellate, budini, dolci

<img src=”http://www.macrolibrarsi.org/img/rating_5.gif&#8221; alt=”Voto medio su 50 recensioni: Da non perdere” >

€ 7.8

<hr style=”margin-bottom:30px”>

Cheesecake ai frutti di bosco

dent

Ingredienti per 6 persone:

  • gr 90 di biscotti al cioccolato
  • gr 50 di burro
  • gr 250 g di Philadelphia Classico in vaschetta o comunque formaggio da spalmare
  • ml 100 di panna fresca da montare
  • gr 60 di zucchero a velo, bianco o di canna
  • 1 cucchiaino di agar agar
  • 1 bacello di vaniglia
  • 1 limone bio
  • gr 100 di lamponi
  • gr 100 di frutti di bosco misti

Preparazione:

Per la base: frullare i biscotti al cioccolato, sciogliere il burro in un pentolino sul fuoco e, una volta intiepidito, unirlo ai biscotti e amalgamare ben bene.

Stendere il composto ottenuto in una tortiera a cerchio apribile del diametro di cm 22, preventivamente imburrata e foderata con carta forno, oppure in pirottini per muffin.

Pressare bene con l’ausilio del dorso di un cucchiaio o con le mani e porre la base in freezer a rassodare. Così si compatterà.

Per la crema: sbattere con un frullatore il formaggio con 50 gr di zucchero a velo, non è obbligatorio si può usare anche zucchero bianco o di canna, e i semini del baccello di vaniglia, fino ad ottenere un composto morbido e liscio.IMG-20160323-WA0002

Intanto, scaldare due cucchiai di panna e sciogliervi l’agar agar.

Unire il composto ottenuto alla crema di formaggio quindi montare la panna insieme  allo zucchero restante.

Unire, con molta delicatezza, la panna montata zuccherata alla crema.

Versare il composto ottenuto sulla base, livellandola bene e mettere la cheesecake in frigorifero per almeno 4-6 ore, se per tutta la notte.

Per la salsa ai lamponi: in un pentolino porre i lamponi insieme allo zucchero, e spappolarli a fuoco basso, dopodiché aggiungere il succo di mezzo limone a piacere e passarli al setaccio per ottenere una salsa densa e liscia da conservare in frigorifero.

Quando il dolce sarà ben compatto estrarlo dallo stampo per porlo su di un piatto da portata, guarnire con la salsa ai lamponi e i frutti di bosco.

Agar agar

int

L’agar agar, il cui nome giapponese è Kanten, che letteralmente si può tradurre come “cielo freddo”, è una gelatina, un aggregante naturale, che si ricava da un’alga rossa, la tengusa.

Viene commercializzata in barre o in fiocchi, che possono essere sciolti nell’acqua ) generalmente il rapporto é: 4 grammi di agar agar per ogni litro di acqua).  Inoltre, bisogna ricordare che un solo cucchiaino di quest’alga corrisponde a otto fogli di colla di pesce, per cui ha un potere gelificante molto più elevato.

dent

Quest’alga è ricca al suo interno di amidi  polisaccaridi complessi, con una composizione simile alla cellulosa, per cui, prima di poter essere usata in tavola, deve essere trattata, in modo tale da renderla più morbida. Inoltre, il trattamento aiuta anche a far divenire meno forte il suo sapore.

L’agar agar, generalmente, si usa nella preparazione dei dolci e, più nello specifico, viene impiegata per fare gelatine e aspic, sfruttando la sua capacità di non alterare il sapore della frutta e della verdura.

E’ un alimento ricco di oligominerali, per cui è particolarmente nutriente. Inoltre, ha un apporto calorico nullo, dal momento che non viene assorbita dall’organismo.

Non avendo una capacità di stabilità lunga nel tempo, è bene conservare l’agar agar per non più di sei mesi o si corre il rischio di non poter più usufruire del suo potere gelificante.