Archivi tag: confettura

Confettura di pere e cannella

Ingredienti

Preparazione

Lavate e asciugate i limoni ricavando delle strisce raschiando la scorza oppure, formare dei vermicelli con l’apposito attrezzo, usando solo la parte gialla.

Spremete il succo di un limone.

Sbucciate le pere, tagliatele a pezzi e spruzzatele, infine, con il succo del limone.

Mettete le pere in una casseruola, insieme con lo zucchero e un bicchiere d’acqua, un cucchiaino di cannella in polvere e le scorze di limone con il succo.

Portate ad ebollizione e fate cuocere a fuoco vivace per 45 minuti circa, senza coperchio e mescolando ogni tanto.

A fine cottura, aggiungete la cannella rimasta e mescolate bene.

Versate la marmellata bollente nei vasi di vetro caldi, chiudete e procedete alla sterilizzazione.

Ricetta di Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

 

ChufaMix - Vegan Milker - Modello Rinnovato
Il primo utensile per spremere semi, frutta secca, cereali ed erbe! – NUOVO FILTRO INOX

Voto medio su 167 recensioni: Da non perdere

€ 39,90

Confettura di cipolla di Tropea

Ingredienti

  • kg 1di cipolle di Tropea
  • gr 200 di zucchero semolato
  • gr 200 di zucchero di canna
  • ml 100 di vino bianco
  • ml 30 di cognac
  • 1 foglia di alloro

Preparazione

Sbucciate le cipolle e affettatele sottilmente.

Trasferitele in una ciotola e cospargetele con lo zucchero, e irroratele con il vino e il cognac, aromatizzate con la foglia di alloro.

Mescolate per insaporire, coprite con pellicola da cucina e lasciare riposare per almeno 5/6 in un luogo fresco, mescolate più volte.

Riprendete le cipolle, eliminate l’alloro, trasferitele sul fuoco dolce e portatele a ebollizione.

Lasciate sobollire per circa 30 minuti: devono addensare.

Provate a prelevare la confettura e versarne un cucchiaino in un piattino: inclinandolo non deve scorrere, altrimenti proseguite la cottura ancora qualche minuto.

Versatela  nei vasetti, chiudete i coperchi, capovolgeteli sul piano di lavoro e copriteli con un telo, lasciateli raffreddare completamente.

Conservare in luogo fresco e buio.

Ricetta di Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog


Marmellata di uva

int

Ingredienti:

  • gr 800 di uva
  • gr 800 di zucchero
  • 1 limone bio

Preparazione:dent

Prendete i grappoli di uva, staccate gli acini e lavateli bene sotto l’acqua corrente. Apritene uno ad uno a metà, togliete via i semi e lasciate la buccia.

Una volta che avrete tutte le metà degli acini, riponetele in un contenitore e pestatele bene con un mortaio di legno.

Passatele, quindi, in una pentola ed aggiungete lo zucchero e il limone spremuto.

Fate cuocere lentamente, mescolando sempre, in modo tale che la marmellata non si bruci o si attacchi, e, una volta pronta, riempite i barattolini di vetro, precedentemente sterilizzati.

Mettete i coperchi e procedete con la classica conservazione che si usa per le marmellate, che trovate qui descritta.

Ricordatevi di conservare i vostri vasetti sempre in un luogo asciutto e buio, altrimenti rischiate che si rovinino.

Confettura di castagne veg

int

Ingredienti:

  • kg 1 di castagne
  • 1 bicchiere di latte di soia
  • gr 250 di zucchero
  • 1 baccello di vaniglia

Preparazione:dent

Come prima cosa lessate le castagne e togliete buccia e pellicola interna.

Mettetele, quindi, in una ciotola di vetro, aggiungete il latte di soia e, aiutandovi con un cucchiaio di legno, schiacciatele, fin quando non avrete un composto omogeneo e ben lavorabile.

Passate al setaccio la vostra pasta e poi riponetela nuovamente nella ciotola.

Intano mettete lo zucchero in un pentolino con poca acqua e fatelo scaldare sul fuoco. Aggiungete la vaniglia, fate caramellare, usando ancora una volta un cucchiaio di legno per mescolare. Quindi togliete il baccello di vaniglia e versate lo sciroppo ottenuto nella ciotola insieme alla crema di castagne, sempre mescolando.

Amalgamate ben gli ingredienti e poi mettete la marmellata in più contenitori di vetro, a seconda della grandezza. Chiudete bene questi ultimi, metteteli a raffreddare capovolti su una tavola di legno e, una volta a temperatura ambiente, conservateli in un ambiente scuro ed asciutto fino al momento in cui li userete.

Confettura di ananas

int

Ingredienti:

  • kg 2 di polpa di ananas
  • gr 400 di zucchero
  • 2 limoni bio

Preparazione:dent

Pulite bene le due ananas, togliete buccia e torsolo centrale e tagliate la polpa a pezzetti piccoli.

Mettete la polpa in un pentolino insieme allo zucchero, a mezzo bicchiere di acqua ed al succo di limone e lasciate cuocere, mescolando sempre, fin quando non bolle.

A questo punto travasate la vostra confetture nei barattoli di vetro, chiudeteli e lasciateli raffreddare, avendo cura di adagiarli sottosopra su un pianale di legno.

Conservate poi in un luogo buio ed asciutto.

Crostata di marmellata alle fragole

int

Ingredienti:

  • gr 300 di farina bianca
  • gr 100 di zucchero
  • gr 150 di burro
  • 2 uova biologiche
  • gr 300 di marmellata fatta in casa
  • un pizzico di sale

Preparazione:dent

Su una spianatoia di legno mettete la farina a fontana e aggiungete nel centro un uovo intero e un tuorlo, lo zucchero, il lievito, il sale e il burro ammorbidito a temperatura ambiente.

Lavorate con le mani l’impasto, fin quando non otterrete un composto omogeneo. Mettetelo, quindi, in una ciotola di vetro, copritelo con un panno umido e lasciatelo riposare in frigorifero per almeno mezz’ora.

Nel frattempo imburrate una teglia e e cospargetela con la farina, in modo che l’impasto della vostra crostata non si attacchi al fondo o ai bordi nel corso della cottura.

Dividete, quindi, in due parti il vostro impasto. Una metà usatelo per fare la base della crostata, che va adagiata nella teglia, con il bordo esterno lievemente rialzato. Riempite quindi questa parte con la vostra marmellata.

Con l’altra metà dell’impasto create delle striscioline, che serviranno per formare il reticolo superiore della crostata e per finire di definire il bordo.

Cuocete per circa 30 minuti in forno a 180°C.

Una volta cotta, trasferite le crostata su un piatto da portata e servite a temperatura ambiente.

Marmellata di peperoncini piccanti

Ingredienti:

  • gr 150 di peperoncino rosso piccante
  • gr 100 di peperoncino tabasco
  •  gr 900 di peperoni rossi
  •  gr 600 di zucchero
  •  1 bicchiere e mezzo di vino rosso
  •  sale marino integrale

Preparazione:

Come prima cosa bisogna sterilizzare i vasetti, da usare per la conserva. Vanno, ovviamente, presi dei contenitori in vetro, sciacquati insieme ai coperchi, e riposti in una pentola, sul fondo della quale va messo un canovaccio. Ogni vasetto deve essere riposto nella pentola, in maniera tale da non entrare in contatto con gli altri; per fare ciò si possono utilizzare sempre sei canovacci, che fanno da separatori tra i diversi contenitori.
Una volta sistemati bene i vasetti, riempite la pentola di acqua, mettetela sul fuoco e portate ad ebollizione. A questo punto, abbassate la fiamma al minimo e lasciate ancora acceso per circa 45 minuti. I coperchi vanno invece aggiunti a circa 10 minuti dalla fine dell’operazione.
Spegnete quindi la fiamma e fate raffreddare. Una volta che l’acqua sarà tornata a temperatura ambiente, togliete i contenitori e metteteli ad asciugare su un piano, sempre ricoperto con un canovaccio.
Quando i vostri contenitori saranno pronti per conservare la marmellata, procedete, allora, con la scelta dei peperoncini da utilizzare. A seconda dell’intensità del piccante, che si vuole ottenere, è possibile optare tra una notevole varietà di peperoncini in commercio.
In questa ricetta ho messo anche l’aggiunta dei peperoncini tabasco, che non si trovano spesso in commercio, ma che donano un gusto particolare alla marmellata.
Prendete i peperoni e tagliateli a metà; togliete i semi e tutti i filamenti bianchi; lavate sotto acqua corrente e poi lasciateli a scolare. Una volta asciutti tagliate a pezzetti.
Procedere nello stesso modo per i peperoncini, usando dei guanti monouso in modo tale da evitare spiacevoli incidenti da sfregamento agli occhi o alla bocca.
A questo punto, mettete in una pentola  peperoni e peperoncini insieme allo zucchero, al sale ed al vino e fate cuocere, con coperchio, a fiamma bassa per almeno 60 minuti.
Spegnete, quindi, la fiamma e versate il contenuto in un passaverdure o in un frullatore. L’importante è che non rimangano frammenti di bucce, per cui state attenti a toglierli dal composto.
Rimettete il tutto nella pentola e continuate a far cuocere ancora per 45 minuti, togliendo l’eventuale patina bianca, che spesso si forma sulla superficie, e girando di continuo con un cucchiaio di legno.
Quando il composto appare abbastanza compatto, significa che è il momento di trasferire la vostra marmellata nei vasetti. Quindi, utilizzando un mestolo, iniziate a riempire un contenitore alla volta e, non appena avete terminato quest’operazione, chiudete il vasetto con un tappo, capovolgetelo e lasciatelo in tale posizione fin quando non si sarà ben raffreddato il contenuto.
Tornate, perciò, a riporre i vasetti, questa volta pieni, nella stessa pentola usata precedentemente, sempre avvolgendoli con dei canovacci affinché non entrino in contatto diretto tra loro. Copriteli con acqua fredda e fateli bollire per almeno 15 minuti; lasciate, infine, raffreddare e poi estraeteli.
E’ importante verificare che si sia creato l’effetto sottovuoto, che serve per garantire il mantenimento e la conservazione della marmellata. Toccate, perciò, con un dito il tappo della confettura e se questo non fa alcun rumore, significa che il procedimento è stato fatto in modo corretto, se non è necessario ripetere l’operazione e far di nuovo bollire il contenitore.
La conservazione della marmellata dovrà essere di almeno 1 mese, periodo durante il quale i contenitori andranno sistemati in luoghi bui e asciutti.
Questa marmellata di peperoncini può essere usata come condimento per i formaggi,per il tofu, per le bruschette e per molto altro ancora.