Archivi tag: cucina vegan

Insalata di melone al tofu

Ingredienti per 4 persone

    • 2 meloncini maturi
    • 2 cetrioli
    • gr 500 di tofu alle erbe aromatiche
    • 2 cucchiai di olio evo
    • qualche foglia di menta fresca
    • sale marino integrale
    • pepe nero

Preparazione

Tagliate il tofu a dadini e fateli saltare per 2-3 minuti in una padella con 1 cucchiaio d’olio.

Intanto con l’apposito scavino svuotate i meloni tagliati a metà , quindi ricavate 4 ciotole.

In una terrina mettete il cetriolo tagliato a dadini, la polpa di melone a tocchetti e il tofu.

Condite con l’olio rimasto, regolate di sale e pepe.

Servite in tavola nelle calotte dei meloni, guarnendo con la menta.

 

Ricetta di Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

 

Tortino di couscous al cioccolato

Ingredienti per 4 persone

  • gr 160 di couscous integrale precotto
  • gr 320 di latte di soia
  • 1 cucchiai di stevia
  • gr 80 di cioccolato fondente
  • panna montata vegetale

Preparazione

Iniziate la preparazione facendo scaldare il latte, aggiungete la stevia e il cioccolato grattugiato, quindi mescolate per far sciogliere bene il cioccolato e la stevia.

Portate il mix ad ebollizione e versate il couscous a filo.

Fate cuocere, sempre mescolando, per tre minuti, poi distribuite il mix in quattro ciotoline precedentemente bagnate con acqua fredda, compattandolo bene.

Mettete in frigo fino al momento di servire rovesciando i tortini su 4 piattini.

Servite in tavola decorando con la panna.

Ricetta di Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

 

Vellutata di asparagi e patate

Ingredienti per 4 persone

Preparazione
CIBO CRUDO
Tagliate a tocchetti regolari le patate, lavate e sbucciate. Lavate gli asparagi, eliminate le parti del gambo più dure e tagliateli a pezzetti.

Tagliate a fette la cipolla e lasciatela imbiondire in una casseruola.

Aggiungete le patate, sale, pepe e lasciate insaporire per qualche minuto mescolando con un cucchiaio di legno.

Unite anche gli asparagi e ricoprite di brodo bollente .

Aggiustate di sale e cuocete fino a quando i vegetali saranno morbidi (dopo circa 20 minuti).

Frullate con un mixer a immersione fino ad ottenere una vellutata.

Tagliate il pane a cubetti per preparare i crostino.

Scaldate la padella antiaderente o una griglia e tostate i crostini, girandoli su entrambi i lati.

Servite la vellutata in tavola, guarnendola con erba cipollina tritata e con i crostini di pane.

Ricetta di Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Frullatore Dynablend Blender
Alta qualità e potenza ad un prezzo basso – BPA Free!
€ 219,00

 

Insalata di cetrioli ravanelli e legumi

Ingredienti per 4 persone

  • gr 200 di cetrioli
  • gr 100 di ravanelli
  • gr 100 di ceci lessati
  • gr 100 di piselli surgelati
  • gr 100 di mais lessato
  • 2 cucchiai di olio evo
  • qualche foglia di basilico

 

 

 

Preparazione

Lavate e mondate i cetrioli e i ravanelli.

Pelate i cetrioli, affettateli, metteteli in un’insalatiera e aggiungete i ravanelli tagliati a spicchi.

Unite i ceci e i piselli e versateli nell’insalatiera.

Infine unite anche il mais e condite con l’olio e il basilico fresco spezzettato.

Ricetta di Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Frantoil
Il tuo frantoio in casa per produrre olio 100% naturale da tantissimi semi
€ 489,00

 

Tortine salate con zucchine, curry e mandorle

Ingredienti per 4 persone

CIBO CRUDO

Preparazione

Mondate le zucchine e tagliatele a tocchetti.

Pulite il cipollotto, affettatelo e rosolatelo in padella con un po’ di olio.

Aggiungete le zucchine e 1 cucchiaio di curry e saltate il tutto.

Regolate, quindi, di sale, ricordando di non abbondare perché le spezie donano già una certa sapidità al piatto.

Miscelate la farina con la maizena, il resto del curry, la curcuma, il sale e il bicarbonato.

Con l’ausilio di una frusta emulsionate la panna di soia con olio di semi e il succo di limone, aggiungete le farine poco alla volta, sempre lavorando l’impasto fino a ottenere un composto omogeneo.

Aggiustate la consistenza con 2/3 cucchiai di panna di soia. Unite le zucchine e incorporatele bene.

Versate l’impasto negli stampi da muffin precedentemente unti e infarinati, livellate e distribuite le mandorle in superficie.

Cuocete in forno a 190°C per 20 minuti, fin quando i muffin non saranno ben cotti e dorati.

Sfornate e lasciate raffreddare bene prima di togliere dagli stampini.

Dopo di che servite in tavola.

Ricetta di Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

 

Insalatona mediterranea

Ingredienti per 4 persone

    • gr 125 di insalata mista (lattughino, rucola, valerianella)
    • gr 250 di pomodori pachino
    • 1 piccola melanzana tonda viola
    • 1 spicchio d’aglio
    • gr 300 di mozzarella di riso
    • gr 40 di mandorle pelate e tostate
    • 4 crackers di sesamo
    • 2 cucchiai di olio evo
    • 1 cucchiaio di aceto balsamico
    • basilico

Preparazione

Mondate la melanzana e tagliatela a cubetti tutti uguali.

Lavate i pomodorini e divideteli a metà.

Fate scaldare in padella 1 cucchiaio di olio con lo spicchio d’aglio e fatevi rosolare i cubetti di melanzana finché non saranno dorati.

Aggiungete i pomodorini e fate saltare velocemente il tutto a fiamma alta per circa 2 minuti.

Lasciate raffreddare.

Pulite e lavate le insalatine, asciugatele e trasferitele in una insalatiera.

Aggiungete i cubetti di melanzana e i pomodorini. Spezzettate la mozzarella di riso e unitela al resto.

Fate lo stesso con i crackers, ricordandovi però di aggiungerli all’insalata solo pochi minuti prima di servire, in modo che rimangano croccanti.

Completate con le mandorle tostate e condite il tutto con l’olio rimasto e con l’aceto balsamico.

Aggiungete qualche foglia di basilico e servite.

Ricetta di Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Frantoil
Il tuo frantoio in casa per produrre olio 100% naturale da tantissimi semi
€ 489,00

 

Insalata di quinoa, tofu e trifoglio rosso

Ingredienti per 4 persone

  • gr 200 di quinoa bianca
  • gr 150 di borlotti già cotti
  • gr 150 di tofu al naturale
  • gr 40 di rucola
  • gr 20 di sesamo nero
  • 12 fiori di trifoglio rosso
  • sale marino integrale

Per la marinatura del tofu

  • 2 cucchiai di olio evo
  • 3 cucchiai di salsa di soia

Per il condimento

Preparazione

Tagliate il tofu a cubetti e disponetelo in una ciotola con gli ingredienti per la marinatura.

Coprite con la pellicola per alimenti e mettete a marinare in frigo per 1 ora.

Trascorso il tempo richiesto, grigliate il vostro tofu su una piastra ben calda.

Sciacquate la quinoa sotto l’acqua corrente e disponetela in una pentola coprendola con circa 240 ml di acqua fredda.

Unite un pizzico di sale (non troppo perché la quinoa è piuttosto sapida) e portate a ebollizione, coprite con un coperchio e lasciate cuocere per circa 15 minuti a fiamma bassa.

La quinoa è cotta quando i chicchi iniziano a sgranarsi e l’acqua sarà assorbita. Spegnete il fuoco e lasciate riposare coperto per 10 minuti.

CIBO CRUDO

Distribuite, quindi, in 4 piatti la quinoa tiepida, i borlotti e il tofu grigliato.

Decorate con la rucola e i fiori di trifoglio.

Emulsionate in una ciotolina a parte tutti gli ingredienti per il condimento e irrorate le insalate.

Completate con semi di sesamo.

Ricetta di Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Frantoil
Il tuo frantoio in casa per produrre olio 100% naturale da tantissimi semi
€ 489,00

 

Couscous di mais alla menta

Ingredienti per 4 persone

CIBO CRUDO

Preparazione


Mondate le carote e la cipolla e tagliatele a tocchetti, dopo di che lasciatele appassire in una casseruola con l’olio caldo.

Unite, quindi, il couscous e il brodo bollente (potete prendere la ricetta per prepararlo in casa direttamente dal nostro blog a questo link).

Coprite la casseruola e aspettate 3-4 minuti che il couscous assorba bene il liquido, poi sgranatelo con una forchetta.

A questo punto unite le mandorle, le noci, le olive, il lattughino e la menta tritati e mescolate bene.

Regolate di sale e di pepe nero appena macinato, mescolate bene e servite in tavola il vostro couscous.

Buon appetito!

 

Ricetta di Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

 

Chef Anita Formento e il suo Vegup. Passione, gusto e creatività in cucina

 

Il mondo della cucina cruelty free è assai variegato e le proposte di cucina alternativa sono in costante aumento e con esso le Chef e gli Chef che scelgono di abbracciarla, senza rinunciare alla fantasia e al gusto.

Questi maestri della cucina sempre più escono dalle loro cucine per divulgare le loro conoscenze e la cultura del mangiare vegano attraverso corsi, social media e sociale network. Come sapete sono sempre in viaggio alla scoperta del mondo vegano, pieno di situazioni e personaggi.

Oggi vi presento la Chef Anita Formento, simpatica, poliedrica nella sua veganità che ci ha concesso un po’ del suo tempo tra blog, facebook e il suo lavoro in cucina. Capo Cuoco, bar tender, docente di cucina vegana, founder, Anita viene dalla splendida isola siciliana, e più precisamente da quel di Messina e si è gentilmente prestata a rispondere ad alcune domande.

Roberta: Quando e perché sei diventata vegana?

Anita: Sono vegana da circa 12 anni. Da adolescente, verso i 16 anni, l’amore per gli animali mi ha portato ad eliminare dalla mia alimentazione carne e pesce, non riuscivo a sopportare l’idea di dover nuocere a qualcuno per nutrirmi. Col passare del tempo, grazie a internet, ho scoperto anche tutto quello che si celava dietro l’industria del latte e delle uova, i problemi che questi alimenti provocano al nostro organismo e l’impatto ambientale devastante che gli allevamenti hanno sul nostro ecosistema. Ho pensato che passare dall’alimentazione vegetariana a quella vegana fosse la cosa giusta da fare.

R: É facile essere vegana in Sicilia, a Messina?CIBO CRUDO

A: Andando a mangiare fuori è difficile rimanere insoddisfatti, la cucina tradizionale siciliana ha molti piatti a base di verdure (panelle, caponata, zuppa di zucca lunga) che si trovano facilmente nei ristoranti classici. Nei “locali” timidamente fanno capolino burger vegani o insalate di quinoa, Messina è una città ancora un po’ acerba ma la tradizione aiuta.

R: Come nasce la tua passione per la cucina?

A: Come dicevo prima, quando sono diventata vegana non c’era un grande commercio di tofu, seitan o altri preparati già pronti, non c’erano marketbio etc, l’unica cosa che si trovava era la soia disidratata quindi rimaneva solo da imparare a cucinare! Mia madre è una brava cuoca, molte delle cose che so me le ha insegnate lei, a me è sempre piaciuto cucinare, c’è della magia in cucina, prendi delle materie prime, come la farina o gli ortaggi, le plasmi e le trasformi con gli elementi, cuoci col fuoco, essicchi con l’aria, lessi con l’acqua, puoi fermentare con la terra..

R: Tu lavori in un pub che fa cucina onnivora, come riesci a conciliare questo col tuo essere vegana?

A: Diciamo che quello che mangio io non influisce sul mio rendimento lavorativo anzi, spesso faccio prove di piatti vegani che vengono approvati e passati in menù. Quando ho iniziato a lavorare al Bir&Fud in menù c’era solo qualche piatto adatto anche ai vegani, adesso c’è tutto, dall’antipasto al dolce, i miei colleghi sono sempre curiosi di sapere come ho fatto cosa. Credo sia una piccola rivoluzione, si parte anche da qui, facendo comprare meno carne nel ristorante in cui lavori! 

R: Ci siamo conosciute ad un corso di cucina vegana, in cui tu eri l’insegnante. Ritieni che far capire alle persone che cucinare vegano  può essere facile e che non significa rinunciare al sapore, possa far avvicinare altre persone a questo tipo di alimentazione?

A: Certo..è fondamentale! La gran parte delle persone pensano ancora che i vegani mangino solo verdure lesse e insalate. Ci sono diversi modi per arrivare al cuore delle persone e la cucina è sicuramente uno di questi.

R: Cosa é VegUp?

A: Come ti dicevo prima credo che sia fondamentale diffondere il più possibile il pensiero vegan, che poi sia tramite delle ricette, un articolo o un aperitivo non importa, l’importante è raggiungere più persone possibili. Vegup nasce per questo, per diffondere notizie sul mondo vegan, per imparare a cucinare con i corsi che faccio e con le ricette che scrivo oppure semplicemente per venire a provare la famosa cucina vegan durante qualche evento come cene o aperitivi…e chi lo sa se diventerà anche un ristorante…staremo a vedere.

R: Cosa fai tu di concreto per far conoscere il  pensiero vegano?

A: Ho creato Vegup! Io so cucinare e ho fatto di questo la mia arma di “diffusione” di massa, scherzi a parte mi sembra di non fare mai abbastanza, ma non posso fare l’attivista, non ne ho il tempo materiale.

R: Ci dai una ricetta per i nostri lettori?

ACi sono gli ultimi mazzi di cavolo nero sui banchi del mercato..sfruttateli al meglio, fateci un pesto!
Lavate e pulite separando dalla costa centrale, un mazzetto di cavolo nero. Lessatelo per una decina di minuti con un pizzico di bicarbonato. Scolatelo per bene e strizzatelo, passatelo al minipimer con una manciata di pinoli, uno spicchietto d’aglio senza anima e un filo d’olio, aggiustate di sale e conditeci la pasta aggiungendo dei pachino semisecchi o usatelo come base per delle bruschette.

Vi invito a visitare il sito Vegup per scoprire invitanti ricette e il mondo vegup, e la pagina facebook  sempre di Vegup. E

se vi capita di fare un giro a Trastevere, magari in via Benedetta, potreste fermarvi a bere una al bir&fud e fatevi stuzzicare da qualche manicaretto vegano, preparato sapientemente dalla nostra Anita.

Articolo di Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Macrolibrarsi.it presenta la nuova collana Il Filo Verde di Arianna

Il menù di Capodanno 2016 di #Verde-natura

roby

E per concludere l’anno 2016, non possiamo che proporvi un menù cruelty free, sempre scelto dalla nostra cuoca Roberta D’Alessandro.

Le ricette di ogni singolo piatto potete trovarle nel nostro blog, basta cliccare sul nome del piatto scelto.

Si tratta di piatti esclusivamente vegan e sono solo alcune delle proposte che trovate nel nostro blog, quindi potete trasformare la notte di San Silvestro come preferite!
Macrolibrarsi.it presenta la nuova collana Il Filo Verde di Arianna

Cocktail

Antipasti      

Primo

Secondi

Contorni

Dolci

Ricette di Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Spumante Prosecco Extra Dry
Un vino brioso ideale come aperitivo, ottimo da servire con buffet di ogni genere.
€ 8.40

buzzoole code