Archivi tag: evento

Quest’anno sono 41 le candeline per la Sagra delle Fragole di Carchitti

Torna il caldo, la primavera, e la natura inizia a regalarci i suoi frutti più attesi, colorati, profumati, invitanti, appaganti. Uno di questi è certamente la fragola, rosso passione, succosa e dolce. Questo piccolo frutto è ormai nel pieno della sua stagione.

Vicino Roma e ai Castelli Romani, esiste un piccolo posto, una frazione, che conta oltre 2000 abitanti, dove la coltivazione delle fragole è elemento distintivo sin dalla sua nascita. Sto parlando di Carchitti, nel territorio del Comune di Palestrina. Verso del XIX Secolo una carestia colpì i Monti Prenestini (Monte Guadagnolo è il più alto), a sud-est della Capitale, spinse un gruppo di agricoltori di Capranica Prenestina a cercare altre terre fertili da coltivare. Scesero quindi a valle, nel territorio del Comune di Palestrina.

La 41esima esibizione della Sagra si fa in due. Due sono infatti i fine settimana in cui è possibile gustare la tradizione gastronomica locale, insieme alle deliziose fragole.

Sabato 12 e domenica 13 maggio si può mettere in preventivo una gita fuori porta.

Sabato si inizierà al mattino con le iscrizioni al Concorso Speciali Cani da Caccia, che avrà luogo alle ore 11.00 al Campo dell’Oratorio Don Bosco, a cura dell’Associazione Italiana Cani da Presa.

Alle ore 12.00, quindi a ridosso del pranzo, apriranno gli stand che ospiteranno i produttori locali e i fieristi, nonché quelli dove si mangia, gestiti dalla Pro Loco Carchitti Valvarano. Non solo fragole e piatti a base di fragole, ma anche panini, cucina romana, della tradizione, e via discorrendo. Ce n’è per ogni gusto, insomma.

Il pomeriggio la faranno da padrone gli Arcieri Labiacnum, che alle ore 17.00 daranno vita ad uno suggestivo spettacolo di tiro con l’arco, il ballo, con l’esibizione dei ballerini della scuola The Next Step. La sera, a partire dalle ore 21.00, è dedicata alla musica, con il concerto dall’Alpre’s Band.

Proteina e Moringa con Fragola
Integratore alimentare a base di Moringa – 84,4% di proteine di massima qualità con il 98% di tasso d’assimilazione

Voto medio su 4 recensioni: Da non perdere

€ 35.7

Domenica, invece, gli stando gastronomici e il mercatino apriranno alle ore 12.30. Al mattino, a partire dalle ore 08.00, i protagonisti saranno i nostri amici a quattro zampe, che si cimenteranno i differenti gare e concorsi.

Quest’anno sarà presente una delegazione della città di Bièvres, comune dell’Ile de France, le cui reginette animeranno la tradizionale sfilata del carro, e che doneranno fragole a tutti. Alle 19.00 prenderanno il via gli spettacoli musicali.

Alle 21.00 sarà la volta della canzone romana, con il concerto Er Core de Roma, interpretato da Fabrizio Amici e I Menestrelli.

Con gli scoppi e i disegni dei fuchi d’artificio si concluderà questa edizione della Sagra.

Carchitti è raggiungibile con l’autostrada A1, uscita San Cesareo, o percorrendo la via Casilina.

Buone fragole di Carchitti a tutte e tutti.

Articolo di Alessandro Rotondi

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Fragole Bio a Fette Crioessiccate Fresche
Come il prodotto fresco!

Voto medio su 4 recensioni: Da non perdere

€ 7.9801

Festa del Fungo Porcino di Marcetelli (Ri)

Amanti del Fungo Porcino e dell’aria buona, non potete perdervi sabato 9 luglio la Festa del Fungo Porcino di Marcetelli, borgo del reatino dove il famoso e squisito tubero cresce in quantità e in qualita da tempo immemore, che persino gli Antichi Romani lo apprezzavano.

Sono ormai 26 anni che la Pro Loco di Marcetelli organizza l’evento, dove folclore, buona cucina, allegria, cultura e le immancabili eccellenze del territorio, garantiscono una bella giornata.

Ampi spazi verdi attrezzati, cinquecento posti a sedere, ci attendono per gustare il delizioso pranzo, che prevede in particolare bruschette con l’olio buono, le fettuccine ai funghi porcini, ovviamente, e un buon bicchiere di rosso genuino.

Il tutto avrà inizio alle 9.oo quando apriranno gli stand dove assaggiare e acquistare marmellate, olio extravergine di oliva, formaggi e liquori, tutti prodotti rigorosamente locali.

Video documentari, musica dal viso canti popolari e visite guidate, aiuteranno a riempire la giornata di festa. Un bus navetta sarà disponibile per coloro che vorranno visitare il paese.

Mercetelli è arroccato su uno sperone di roccioso, in esso possiamo ammirate la Chiesa di Santa Maria in Villa appena ristrutturata, dell’XI Secolo, la fontana ottagonale e la porta del castrum, da cui si gode un notevole panorama.

Se amate la pesca il Lago del Salto non è lontano, per gli amanti della natura è possibile fare una passeggiata nei boschi secolari.

La festa è organizzata dall’Associazione Turistica Pro Loco Marcetelli, con il patrocinio dell’Azienda di Promozione Turistica della Provincia di Rieti, della Regione Lazio, del Comune di Marcetelli, della VII Comunità Montana Salto Cicolano, della Camera di Commercio e dell’Amministrazione Provinciale di Rieti della Riserva Naturale Monte Navegna Monte Cervia.

Buon Porcino a tutti.

Articolo di Alessandro Rotondi

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

 

Roma, dal 6 al 12 marzo torna La Settimana della Birra Artigianale

logo

Amanti della Birra, e di quella artigianale in particolare, prendete il calendario, l’agenda, aprite i dispositivi elettronici, e tenetevi pronti con la penna per scrivere e con le dita per digitare perché si approssima la SETTIMANA BIRRA ARTIGIANALE, dal 6 al 12 marzo.

E già, marzo è alle porte e con esso gli appuntamenti per conoscere le nuove offerte del mondo birraio artigianale. Sono sempre tanti i pub e locali che aderiscono all’iniziativa lungo tutto lo Stivale, tacco compreso.

300x250_3

Ad aprire le danze sarà proprio il Ballo delle Debuttanti, che anche quest’anno verrà ospitato a Roma, zona Trastevere, al Luppolo Station, in quel di via Giuseppe Parini 4, non lontano dalla Stazione Trastevere. Pronti a prendere nota?

L’appuntamento è per domenica 5 marzo. In un’unica sera, tutte insieme, andranno in scena ben 13 birre artigianali di altrettanti birrifici italiani. Stiamo parlando dell’evento inaugurale della Settimana birresca, in cui potremo assaggiare in anteprima nuove creazioni. Ci saranno esperti del settore, birrai, publican, esperti ed appassionati.

Birra Mandarina B con Avena
Birra artigianale biologica di alta fermentazione

€ 3.99

L’elenco delle birre è in continuo aggiornamento, ad oggi sicuramente ci saranno: KO2 di Birra dell’Eremo, realizzata con lieviti “inusuali” in fermentazione primaria, una delle tre birre del progetto #Nonconventionalieasts; Hopnotic di Operbacco, una Hoppy Lager leggera ma intensa;  Rosebud di Toccalmatto, fermentata per due anni in botte con rosa canina e timo; Magic Key di Birranova, medaglia di bronzo a Birra dell’Anno 2017, una Grapefruit IPA con succo di mandarini; Interstellar Overdrive di Manerba, malto PILS, luppoli CASCADE, CENTENNIAL, EKG e CITRA per una Double IPA e Cream Heli di Birrificio di Cagliari, Cream Ale aromatizzata al crisio.

Durante questa settimana assaggeremo nuove birre, parteciperemo a degustazioni, visiteremo impianti di produzione, approfitteremo di sconti, assisteremo a cotte pubbliche e degusteremo.

Non mancherà l’abbinamento birra/cucina, grazie a chef di rilievo che organizzeranno anche corsi. Per rimanere a Roma, teniamo presente che le adesioni sono ancora aperte, al momento gli appuntamenti non sono pochi, e almeno ad uno si dovrà pur partecipare.

300x250_2

Dopo il Ballo delle Debuttanti, l’8 marzo sarà il Twenty 2.0 ad ospitare evento con birraio, il 9 è la volta dell’Agrilab, al Luppolo 12, zona San Lorenzo, il 10, giusto per dirne qualcuna.

Sul sito ufficiale della Settimana della Birra Artigianale si trovano tutte le informazioni, le date, i locali e le iniziative.

C’è solo l’imbarazzo della scelta.

Articolo di Alessandro Rotondi

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

E’ tempo di castagne e vino: XV Festa della Castagna di Vallerano e Sagra della Castagna di Canterano

festa-della-castagna

Ottobre, castagne, vino di cui, per esempio, l’Alto Lazio è produttore di qualità. Il binomio quanto mai vincente, è al centro delle feste e sagre dedicate all’autunnale frutto.

Ve ne segnaliamo subito due.

Macrolibrarsi.it presenta il cofanetto: No Impact Man - Mt0

Partiamo con la Festa della Castagna di Vallerano, paese in provincia di Viterbo, la cui castagna ha ricevuto il riconoscimento di DOP. Organizzata dall’Associazione “Amici della Castagna di Vallerano” la XV edizione ha avuto inizio l’8 ottobre e terminerà il primo novembre.

Si può mangiare a pranzo e cena gustando piatti a base di prodotti tipici, nelle cantine scavate nel tufo, prima o dopo aver curiosato nei mercatini di antiquariato e artigianato, a spasso per le bellezze storiche, artistiche e culturali di Vallerano.

Macrolibrarsi.it presenta la nuova collana Il Filo Verde di Arianna

Non manca la musica dei gruppi folcloristici e cortei storici. E ancora esposizioni di opere di artisti locali, presentazione di libri e passeggiate guidate di interesse storico e castagneti secolari.

Il tempo c’è. Il posto è bello. Non ci sono controindicazioni. Il programma dettagliato e tutte le info si possono trovare sul sito www.castagnavallerano.it, su Facebook e sul canale You Tube.

Vallerano è raggiungibile dalla Strada Statale Cassia direzione Viterbo e dall’A1 uscendo a Orte.

castagna-canterano

Il 29 e 30 ottobre, invece, è Canterano in provincia di Roma a ospitare la Sagra delle Castagne, organizzata dall’Associazione Culturale La Murritana.

La piazza del borgo, che conta circa 400 abitanti, si animerà intorno al falò dove saranno preparate le caldarroste.

Dopo una gita, magari al monastero di San Benedetto e Santa Scolastica nella vicina Subiaco, o se il tempo è clemente, un’escursione a Monte Livata o al Monte Pillone, possiamo, quindi, far tappa proprio a Canterano, a pranzo o a cena, tra musica e spettacoli folcloristici.

Oltre alla castagne, potremo gustare pizza di grano, piatti e dolci tipici  della stagione contadina, come pasta e fagioli e il dolce di castagne.

Sapori che saranno armonizzati dal robusto vino rosso locale.  Convivialità e familiarità, dunque.

Canterano è raggiungibile con la A24 Roma-Aquila uscendo a Castel MIl GPS Logger Localizzatore Satellitare ad alta precisione piccolo e leggero consente di controllare e registrare e tracciare tutti i spostamenti di una personaadama e proseguire verso Vicovaro-Mandela, oppure percorrendo la Tiburtina Valeria direzione Subiaco.

Per ulteriori informazioni e per contatti:  potete inviare una mail all’indirizzo lamurritanacanterano@gmail.com, oppure telefonare la numero di cellulare 329.7345096 o, ancora, consultare la pagina facebook del gruppo Canterano Storia. Dunque, ci ritroviamo in cantina  o in piazza per una  bella mangiata di castagne e una buona bevutina in allegria

Articolo di Alessandro Rotondi

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Apericena vegan per gli aMici di Azalea

int

Sabato 17 settembre, al Villaggio Globale a Testaccio, si è svolta l’apericena in favore dei gatti di Azalea, l’associazione che, guidata da Daniela Froldi (nella foto a destra) insieme agli altri volontari, organizza e gestisce il danielagattile ospitato nell’area dell’Ospedale Forlanini.

Hanno intrattenuto i partecipanti personaggi del mondo dello spettacolo amici degli animali, da sempre particolarmente sensibili alla tematica proposta.

Apericena, dicevamo. Quindi bevande e pietanze, che non potevano essere se non cruelty free.

Le libagioni si sono aperte con l’aperitivo a base di prosecco, vino rosso, birra e diversi tipi di paninetti vegani farciti con verdura cotta, patate, pomodori, funghi, rinforzati dagli assaggi offerti da VeganEaty Fair (gastronomia e catering vegan): riso con verdure, spezzatino di muscolo di grano e girelle di verdura.

img-20160919-wa0011

 

 

 

 

 

 

 

Dopo i simpatici interventi di Massimo Wertmuller, Pino Insegno e Mita Medici, nonchè la coreografia creata con le foto di Luca de Bei, che hanno ritratto 10 anni di Azalea, la serata è stata allietata dal gruppo musicale Le Chat Noire, le cui note si sono intrecciate al senso del gusto acceso dalla cena vegana, consistita in un piatto composito.

int

Piatto colorato del verde degli spaghetti di zucchine al pesto,  del rosso della panzanella, del bianco del tortino di riso con pomodori secchi e uvetta, dell’arancione della vellutata di zucca aromatizzata con una nota di freschezza data dallo zenzero e addolcita e profumata da un pizzico di cannella.

A completare la portata un soffice hummus.

E per finire uno shortino di deliziosa crema al caffè, cui si è affiancato il pan di spagna ricoperto di granella di nocciola, altra piacevole dentsorpresa offerta da VeganEaty Fair, che hanno dato un tocco di dolcezza alla cena.

Insomma tantissime sorprese e momenti che aiutano davvero a far gruppo e a sostenere iniziative di volontariato come quella del gattile di Azalea.

Noi siamo già pronti, come vedete dalla foto in basso, per il prossimo appuntamento e questa volta chissà dove saremo…

trio

Articolo di Alessandro Rotondi e Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com