Archivi tag: farfalle

Farfalle olive nere e feta

Macrolibrarsi.it presenta la nuova collana Il Filo Verde di Arianna

Ingredienti per 4 persone

;

Preparazione
CIBO CRUDO

Pulite i carciofi eliminando foglie esterne, punte e fieno centrale, ma conservando e pelando un paio di cm di gambo.

Divideteli in spicchi e strofinateli con il limone, poi cuoceteli a vapore per circa 20 minuti.

Pelate la cipolla e affettatela.

Private l’aglio di buccia e germoglio e tritate anch’esso.

Tagliuzzate le olive.

In una padella, fate rosolare per 5 minuti la cipolla in tre cucchiai d’olio, unite l’aglio, cuocete per 1 minuto poi aggiungete i carciofi.

Fateli rosolare per 3 minuti a fiamma vivace, unite le olive, il brodo vegetale, regolate di sale e pepate.

Continuate la cottura a fuoco dolce per 10 – 15 minuti.

Lessate le farfalle, scolatele bene al dente e trasferitele nella padella con il sughetto di carciofi.

Mescolate per qualche istante sul fuoco e servite completando i piatti con la feta sbriciolata e una manciata di pepe.

Ricetta di Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Frantoil
Il tuo frantoio in casa per produrre olio 100% naturale da tantissimi semi
€ 489,00

Farfalle integrali alle noci con topinambur e pesto di zucchine

13071898_1140274529370381_4505538913191280405_o

Ingredienti per 4 persone

  • gr 200 di farina integrale di noci
  • gr 100 di farina di frumento
  • 3 uova bio
  • 2 zucchine medie
  • 3 radici di topinambur
  • 20 foglie di basilico
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaio di pistacchi
  • olio evo
  • sale marino integrale
  • 12 gherigli di noce
  • parmigiano

Macrolibrarsi.it presenta la nuova collana Il Filo Verde di Arianna

Preparazione

Unite le farine, aggiungete le uova, un pizzico di sale e di olio. Gradualmente versate l’acqua fin quando l’impasto sarà sodo ed elastico.

Formate una palla, avvolgetela nella pellicola e fatela riposare per 30 minuti.

Dividete la pasta in più parti e tirate la sfoglia sottile.

Tagliatela a rettangoli e usate pollice  e indice per dare la forma: con il pollice sollevate un lembo di pasta in corrispondenza della metà del rettangolo, così facendo si creerà una pieghetta al centro, mentre con l’indice portate il lembo opposto sempre verso il centro per creare una piega, quindi pressate al centro per fissare la forma della farfalla.

Man a mano disponetele su un vassoio infarinato, e lasciatele seccare per 30 minuti in forno spento.

Preparate la salsa d’accompagnamento: sbucciate le radici di topinambur, tagliatele a tocchetti piccoli e fatele rosolare in una padella con olio e sale.

Aggiungete acqua fino a ricoprirle e cuocetele per 15 minuti. Frullatele, aggiustate di sale e tenete da parte.

Preparate il pesto: tagliate le zucchine alla julienne, fatele insaporire 5 minuti in padella con lo spicchio d’aglio e un goccio d’olio.

Quando saranno morbide, riponetele in un frullatore, aggiungete un cucchiaio di olio, i pistacchi, il basilico e un pizzico di sale.

Frullate fino a raggiungere la consistenza voluta.

Mettete a bollire l’acqua per la pasta, salatela e versatevi le farfalle che scolerete dopo 3 minuti per rifinirle in padella altri 2 minuti con la crema di topinambur.

CIBO CRUDO

Aggiungete al pesto un cucchiaio di acqua di cottura della pasta, amalgamate in un contenitore da portata la pasta saltata con il topinambur, aggiungete il pesto di zucchine e accorpate tutti gli ingredienti tra loro.

Porzionate e rifinite con una spolverata di parmigiano e qualche gheriglio di noce.

Ricetta di Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Le Farine Dimenticate
Farro, segale, avena, castagne, mandorle e molto altro
€ 14.90

Come combattere in modo naturale le farfalle dei gerani

 

int

In meno di un mese i bruchi dei gerani hanno sterminato quasi del tutto le mie piante sul balcone, quindi ho decido di documentarmi e di passare poi al contrattacco…utilizzando, ovviamente, dei metodi naturali e non cruenti.

Innanzitutto è bene precisare che non è difficile riconoscere una pianta di gerani infestata da questi animali. Infatti, le sue foglie appaiono dapprima intrise di piccoli forellini e, successivamente, tendono ad ingiallire, per poi cadere.dent

Inoltre, sono presenti, sempre sulle foglie, delle piccole formazioni nere, che altro non sono che le uova delle farfalle, pronte a schiudersi per trasformarsi nei bruchi, che si cibano poi della pianta.

Per allontanarli è possibile usare un metodo molto semplice e assolutamente naturale.

In un bicchiere di acqua bisogna lasciare macerare per una notte almeno un cucchiaio di peperoncino macinato e due spicchi di aglio, ridotti a pezzettini.

Una volta che il composto è pronto all’uso (si vede perché diventa rosso), bisogna filtrarlo e metterlo in una bottiglia di plastica dotata di spruzzino (se ne trovano moltissime in commercio oppure basta utilizzare quella di un qualsiasi prodotto per pulizie domestiche, ben lavato per non farvi rimanere tracce di sapone) e così com’è va spruzzato direttamente sulla pianta di geranio.

Dopo un paio di giorni è bene ripetere l’irrorazione del geranio e le farfalle (probabilmente nauseate dell’odore) si allontanano immediatamente.

Macrolibrarsi.it presenta Arcoiris: Sementi biologiche e biodinamiche

Unica accortezza è quella di usare dei guanti monouso quando si spruzza il liquidi e di stare attenti a non farlo andare negli occhi, quindi anche a non mettervi mai sotto vento quando fate quest’operazione.

Una volta debellate le farfalle, eliminate le foglie rovinate e fate attenzione a che non vi siano ancora delle uova.

Il vostro geranio tornerà in splendida forma.

Articolo di Sabrina Rosa

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog