Archivi tag: primavera

La spesa di marzo: ecco cosa comprare

img-20161023-wa0007

Consumare frutta e vedura di stagione è un modo di risparmiare, di mangiare sano e di mantenersi in salute.

La natura con i prodotti di stagione ci dona tutte le sostanze, le vitamine, i sali minerali di cui abbiamo bisogno in quel periodo dell’anno.

A marzo con l’arrivo della primavera gli scaffali di frutta e verdura si riempiono di tantissimi colori.

Tra la frutta di stagione a marzo ci sono ancora gli agrumi (arance, clementine, limoni, mandarini, pompelmi), i kiwi, le mele, le pere, ma iniziano a maturare le fragole.

Le fragole contengono minerali (calcio, sodio, ferro, magnesio, zinco, selenio, manganese, rame, potassio, ecc.), vitamine (A, B1, B2, B3, B5, B6, C, E, K, J, betacarotene e folati), aminoacidi.

Le fragole hanno proprietà antiossidanti, antiinfiammatorie, depurative, disinfettanti e antisettiche.

Con questi frutti si possono realizzare dolci gustosissimi, come la mousse di fragole con salsa di kiwi o anche il tiramisù alle fragole o, ancora, la crostata di limone con fragole.


Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Tra le verdure, oltre alle verdure invernali quali bietole, broccoli, cardi, carote, carciofi, cavolo cappuccio, cavolfiore, cavolini di Bruxelles, cicoria, finocchi, insalata, radicchio, rape, ravanelli, sedano, spinaci, topinambur, ecc., troviamo asparagi, agretti, cipolle, porri, erba cipollina, ecc.

Gli agretti ci forniscono calcio, vitamina C e B3, potassio, ecc., sono depurativi, diuretici e remineralizzanti.

L’erba cipollina contiene vitamina C, fosforo e oligoelementi, e ha proprietà depurative, digestive e diuretiche. E’ un ottimo antisettico, è cicatrizzante, espettorante, lassativo, cardiotonico e stimolante.

Volendo è possibile anche coltivarla in vaso, ecco come fare.

CIBO CRUDO

La cipolla è un potente antibiotico naturale, ma è anche dispensatrice di vitamine, sali minerali A, B1, B2, C, E, calcio, magnesio, manganese, fosforo e ferro.

La cipolla cruda uccide batteri patogeni dello stomaco e dell’intestino, tonifica il cuore e stimola la circolazione.

Anche la cipolla possiamo coltivarla in vaso, seguendo alcune semplici indicazioni, che trovate qui.

Gli asparagi sono disintossicanti, drenanti e antiossidanti. Si possono preparare tantissimi piatti a base di asparagi, come – ad esempio – un tortino con le mandorle o anche una parmigiana di asparagi.

Articolo di Assunta Ruscitto

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Germoglio - Germogliatore automatico
Germogli in soli 3-5 giorni – BPA FREE

€ 149,00

 

Linguine rucola e pomodoro

pomrucl

Ingredienti:

  • gr 400 di linguine
  • gr 200 di pomodori pachino
  • gr 150 di rucola
  • 1 cipolla
  • 2 spicchi di aglio
  • ml 100 di vino bianco
  • 1 bustina di zafferano
  • peperoncino in polvere
  • sale marino integrale q.b.
    piatto

Preparazione:

In una pentola mettete dell’acqua calda e portatela ad ebollizione, insieme a circa 50 grammi di rucola, precedentemente lavata.

Mentre questa cuoce, in una padella fate soffriggere la cipolla tagliata sottile con due spicchi d’aglio e il peperoncino in olio extravergine d’oliva.

Non appena la cipolla diventa dorata, aggiungete i pomodori e  la rimanente parte di rucola lavata, asciugata e tagliata a pezzetti e lasciateli cuocere per circa 15 minuti, aggiungendo di tanto in tanto il vino bianco per non far attaccare le verdure sul fondo della padella.

Una volta che la rucola è cotta, mettete in padella la bustina di zafferano, mescolate il tutto, spegnete il fuoco e lasciate insaporire, avendo cura di coprire con un coperchio.

Quando le linguine sono al dente, scolatele insieme alla rucola, cotta insieme a questa, e buttate il tutto in padella, per farlo mantecare. Se serve, aggiungete dell’acqua di cottura della pasta, in modo tale che non risultino troppo asciutte.

Le dosi qui indicate sono per 4 persone.

Un grazie speciale va a Roberta d’Alessandro e ad Alessandro Rotondi, che hanno cucinato questo piatto e poi inviato la foto, che potete vedere come immagine in evidenza.