Archivi tag: spesa

La spesa di dicembre: ecco cosa comprare

Anche a dicembre possiamo portare a casa frutta e verdura che ci aiutano ad affrontare  l’inverno e fare il pieno di vitamine, antiossidanti e sostanze che ci aiutano a prevenire i malanni di stagione o ad affrontarli al meglio.

Tra le verdure a dicembre troviamo le barbabietole, le bietole, i carciofi, le carote, la lattuga, i cavolfiori, i broccoli, il cavolo broccolo, il cavolo cappuccio, i cavolini di Bruxelles, il cavolo verza, la cicoria, il radicchio, i ravanelli, il sedano, le cipolle, i finocchi, il topinambur, le patate, le melanzane, i porri, la zucca, gli spinaci, il sedano rapa, i funghi, ecc.

La  barbabietola o rapa rossa è una radice della stessa famiglia della barbabietola da zucchero, ma possiede diverse caratteristiche. Può essere consumata cotta ma anche cruda, oppure se ne può estrarre il succo.

Contiene fibre,  acido folico, potassio, vitamina C. ma pochissime calorie. Tra i benefici derivanti dal consumo della barbabietola troviamo il miglioramento del flusso del sangue, il controllo della pressione sanguigna, proprietà antiossidanti, depurative e disintossicanti.

CIBO CRUDO

Si possono realizzare tantissime ricette con la barbabietola.

Tra la frutta di stagione a dicembre troviamo le arance, i cachi, le castagne, le clementine, i kiwi, i limoni, i mandarini, le mele, le noci, le pere, i pompelmi, i melograni, la frutta secca, ecc.

Le arance si trovano nei banchi dei mercati da dicembre a marzo. Ne esistono di diversi tipi e possiamo sceglierle a seconda del nostro gusto, tra quelle amare, dolci, di diversi colori, ecc.

Le arance contengono vitamine (A, B1, B3, B5, C), sali minerali (magnesio, potassio, calcio, sodio, ferro, fosforo, zinco, ecc), antiossidanti che aiutano a contrastare molte malattie, a prevenire l’invecchiamento e a rafforzare il sistema immunitario.

Contengono anche fibre, carboidrati, proteine e amminoacidi.

Nel mese di dicembre abbiamo, come sempre, un’ampia scelta di frutta e verdura, però facciamo attenzione a non mettere su peso.

È il mese delle feste, dei tanti brindisi pre-natalizi con amici, colleghi, conoscenti, ecc., dei pranzi e cenoni coi parenti, a Natale e a Capodanno.

Possiamo aiutarci facendo più passeggiate e pasti frugali con zuppe di verdure e minestroni.

Articolo di Assunta Ruscitto

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog


Annunci

La spesa di novembre: ecco cosa comprare

A novembre le temperature si abbassano, le giornate si accorciano, ma noi possiamo colorare le nostre tavole con tanta frutta e verdura di diversi colori e sapori.

Tra le verdure a novembre troviamo le barbabietole, le bietole, i carciofi, le carote, la lattuga, i cavolfiori, i broccoli, il cavolo broccolo, il cavolo cappuccio, i cavolini di Buxelles, il cavolo verza, il radicchio, i ravanelli, il sedano, le cipolle,  i fagioli, i finocchi, la rucola, le patate, le melanzane, i peperoni, l’aglio, i porri, la zucca, il mais, gli spinaci, il sedano rapa, i funghi, ecc.

I finocchi hanno un ridotto contenuto calorico, sono poveri di grassi, hanno proprietà diuretiche. Sono ricchi di fibre e di sali minerali quali potassio, fosforo, calcio. Forniscono anche vitamina A, utile per mantenere in salute la pelle e la vista; vitamina B che aiuta il funzionamento del sistema nervoso e la Vitamina C che rafforza il sistema immunitario. I finocchi sono anche disintossicanti e contengono dei fitoestrogeni.

Possiamo consumare i finocchi sia crudi che cotti.

I semi di finocchi sono utili per preparare tisane, infusi e decotti, che aiutano l’apparato digerente e possono ridurre gonfiori addominali ed aerofagia.

Tra la frutta di stagione a novembre troviamo le arance, i caki, le castagne, le clementine, i kiwi, i limoni, i mandarini, le mele, le noci, le pere, i pompelmi, i fichi d’india, l’uva, le mandorle, i melograni, le nocciole, ecc.

I cachi li troviamo in questo periodo dell’anno e faremo bene a mangiarli poiché contengono molti sali minerali quali potassio, fosforo, calcio, sodio, ecc. Hanno molte proprietà:

  • la presenza della vitamina C rinforza il sistema immunitario;
  • sonoo antiossidanti grazie al betacarotene contenuto;
  • sono un lassativo naturale dovuto alle fibre alimentari che aiutano la flora intestinale;
  • sono diuretici e depurativi
  • aiutano le funzioni del fegato, dello stomaco, della milza, del pancreas e dell’intestino;
  • sono utili in caso di gastrite, la polpa infatti combatte l’effetto dei succhi gastrici;
  • aiutano a regolare il livello del colesterolopoichè limitano l’assorbimento da parte dell’intestino;
  • limitano l’assorbimento dei grassi.

CIBO CRUDO

I cachi non sono consigliati alle persone che soffrono di diabete o che sono obese.

Anche nel mese di novembre abbiamo un’ampia scelta di frutta e verdura che ci aiutano ad affrontare i primi freddi e i mali di stagione, ma nello stesso tempo ci danno la possibilità di preparare dei gustosi piatti.

Articolo di Assunta Ruscitto

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog


La spesa di ottobre: ecco cosa comprare

Il mese di ottobre ci porta il clima, i colori, i sapori e tantissimi prodotti tipici dell’autunno, che aiutano il nostro corpo a prepararci ai primi freddi e a prevenire i malanni stagionali.

Tra le verdure a ottobre troviamo le barbabietole, le bietole, i carciofi, le carote, la lattuga, i cavolfiori, i broccoli, il cavolo cappuccio, i cavolini di Buxelles, il cavolo verza, il radicchio, i ravanelli, il sedano, le cipolle, i fagiolini, i fagioli, i finocchi, la rucola, le patate, le melanzane, i peperoni, l’aglio, i pomodori, i porri, le zucchine, la zucca, il mais, gli spinaci, il sedano rapa, i funghi, ecc.

I funghi sono il tipico prodotto autunnale. Ci sono molte persone che vanno a raccoglierli nei boschi, o la maggior parte delle persone li compra al mercato; con i funghi possiamo preparare tantissimi piatti, dalle zuppe, ai primi, ai contorni, ecc.

CIBO CRUDO

I funghi sono poco calorici, contengono potassio, fosforo, magnesio, selenio, ecc.

La zucca dai tantissimi benefici e può essere impiegata per preparare splendidi piatti, dagli antipasti, ai primi, ai secondi e contorni fino ai dolci.

Tra la frutta di stagione a ottobre troviamo i caki, le castagne, le clementine,  i lamponi, i kiwi, i limoni, le mele, le noci, le pere, i fichi d’india, l’uva, le mandorle, i melograni, le nocciole, ecc.

Il melograno è un potente antiossidante, è anti-infiammatorio, è benefico per la pelle, aiuta a mantenere in salute il cuore, i vasi sanguigni e le ossa. Si possono usare i chicchi di melograno nelle macedonie o nelle insalate, oppure si può ricavarne un succo che è benefico per la pressione sanguigna e il controllo del colesterolo.

Le castagne contengono vitamine: A, B1, B2, B3, B9, B12, C, D, E, K., tantissimi sali minerali: potassio, magnesio, fosforo, rame, zinco, manganese, ecc.

Anche nel mese di ottobre la scelta dei prodotti di stagione da consumare sono tantissimi, non abbiamo che l’imbarazzo della scelta per fare un pieno di gusto e di salute.

Articolo di Assunta Ruscitto

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog


La spesa di settembre: ecco cosa comprare

Settembre è il mese della ripresa dopo le vacanze e la natura ci offre tanti cibi nutrienti, ricchi di vitamine e antiossidanti che ci aiutano ad affrontare l’autunno con tanta energia.

Tra le verdure a settembre troviamo le barbabietole, le bietole, le carote, la lattuga, il radicchio, i ravanelli, il sedano, le cipolle, i fagiolini, i fagioli, i cetrioli, i finocchi, la rucola, il rabarbaro, le patate, le melanzane, i peperoni, l’aglio, i pomodori, le zucchine, la zucca, il mais, gli spinaci, il sedano rapa, i funghi, ecc.

Il sedano rapa contiene poche calorie, ha proprietà diuretiche e depurative, è indicato in caso di stitichezza, di calcoli renali e di reumatismi. Contiene sali minerali quali magnesio, ferro, potassio, ecc. Del sedano rapa si mangia la radice. Si può consumare sia crudo (in insalate) che cotto per preparare minestre, primi, secondi e contorni gustosi.

Tra la frutta di stagione a settembre troviamo l’anguria, i fichi, i lamponi, le mele, i meloni, i mirtilli, le pere, le more, i fichi d’india, i ribes, le prugne, le pesche, le susine, l’uva, le mandole, i pistacchi, ecc.

I lamponi contengono ferro, vitamina C, proprietà antiossidanti, e sono ottimi alleati contro l’invecchiamento.

L’uva ha proprietà antiossidanti ed è un ottimo aiuto per affrontare lo stress del rientro dalle vacanze. Contiene vitamine A, B1, B2, B2, B6, C, PP, tannini, polifenoli. È indicata in casi di anemia, ipecolesterolemia e stitichezza. Ha proprietà dissetanti e dà tanta energia. Chi soffre di diabete deve limitarne il consumo.

Settembre è anche il periodo delle conserve di verdure, soprattutto i pomodori pelati e la relativa passata, e delle marmellate (qui potete trovare la ricetta della marmellata di uva, ma all’interno del blog ce ne sono tantissime e per ogni gusto).

Articolo di Assunta Ruscitto

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

 


La spesa di agosto: ecco cosa comprare

 

Ad agosto la natura ci offre frutta e verdura ricche di acqua e sali minerali che ci aiutano a reintegrare quello che perdiamo sudando.

Tra le verdure ad agosto troviamo le barbabietole, le bietole, le carote, la lattuga, il radicchio, i ravanelli, il sedano, le cipolle, i fagiolini, i fagioli, le fave, i cetrioli, la rucola, l’ortica, il rabarbaro, le patate, le melanzane, i peperoni, l’aglio, i pomodori, le zucchine, il mais, ecc.

I peperoni ed i peperoncini contengono vitamina C, beta carotene, potassio, ferro, magnesio, calcio ed antiossidanti.
CIBO CRUDO

I ravanelli contengono soprattutto acqua, ma anche sali minerali quali calcio, fosforo, ferro, acido folico, vitamine del gruppo B, vitamina C. Hanno proprietà depurative, diuretiche e rilassanti.

Tra la frutta di stagione ad agosto troviamo le albicocche, l’anguria, i fichi, i lamponi, le mele, i meloni, i mirtilli, le pere, le more, i fichi d’india, i ribes, le prugne, le pesche, le susine, l’uva, ecc.

L’anguria contiene circa il novanta percento di acqua, pochissime calorie e proprietà antiossidanti. L’anguria si presta a tantissime ricette gustose (come questa torta) e dissetanti, compresi anche ottimi centrifugati.

I fichi sono ricchi di sali minerali quali potassio, ferro, vitamina A, B, C, E, K,  betacarotene, zeaxantina, luteina ecc.

Questi frutti hanno proprietà lassative grazie alle tante fibre contenute. Le persone che hanno il diabete dovrebbero consumarli con parsimonia.

Sia se stiamo in città o in vacanza al mare o in montagna non c’è che l’imbarazzo della scelta tra la verdura e la frutta di tutti i colori per nutrirci e mantenerci in salute.

Articolo di Assunta Ruscitto

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Affetta Verdure Girevole 3 in 1
Taglia frutta e verdura in spaghetti e spirali
€ 24,90

la spesa di luglio: ecco cosa comprare

Col mese di luglio siamo nel pieno dell’estate, sui banchi dei mercati l’esplosione di colori della frutta e delle verdure è al massimo. Per mantenerci in salute in questo periodo abbiamo l’imbarazzo della scelta.

Tra le verdure a luglio troviamo le barbabietole, le bietole, le carote, la lattuga, il radicchio, i ravanelli, il sedano, gli asparagi, le cipolle, i piselli, i fagiolini, i fagioli, le fave, i cetrioli, la rucola, l’ortica, il rabarbaro, le patate novelle, le melanzane, i peperoni, l’aglio, i pomodori, le zucchine, ecc.

La lattuga, nelle sue diverse varietà (cappuccina, riccia, romana, ecc.) è composta per circa il novantacinque per cento di acqua ed ha un basso contenuto calorico. Contiene provitamina A, vitamine C, B1, B2, B3, B6, acido folico, potassio, calcio, fosforo, sodio e ferro. È rinfrescante, depurativa e sedativa.

I pomodori contengono circa il novantaquattro percento di acqua, proteine, calcio, fosforo, magnesio, vitamine A, B1, B2, B3, B5, B, E, K, licopene, luteina e zeaxantina.

Tra le proprietà benefiche dei pomodori: sono antiossidanti e diuretici, riducono la pressione arteriosa e sono antitumorali.

Tra la frutta di stagione a luglio troviamo le albicocche, l’anguria, le ciliegie, i fichi, i lamponi, le fragole, i meloni, i mirtilli, le prugne, le pesche, le susine, l’uva, ecc.

I meloni contengono circa il novanta percento di acqua, per questo prevengono la disidratazione, sono rinfrescanti e diuretici.

Contengono ferro, calcio, fosforo, potassio e magnesio, vitamine A, C, B3 e betacaroteni. Per questo rinfrescano l’apparato digerente, migliorano la circolazione sanguigna e aiutano a mantenere in salute le ossa e la pelle.

I mirtilli crescono nelle zone montane. I mirtilli neri sono un prezioso alleato nella funzionalità dei vasi sanguigni.

Contengono vitamine A, B, C, sali minerali, mirtillina e anticiamine che possono ritardare le degenerazioni maculari, la cataratta o altre malattie della retina.

Hanno proprietà antiossidanti. I mirtilli rossi sono utili nella prevenzione e nella cura di cistiti, micosi e virus. Sono ottimi per preparare marmellate.

Non c’è che l’imbarazzo della scelta fra le tantissime verdure e la colorata frutta per fare un pieno di gusto e di salute.

Articolo di Assunta Ruscitto

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Estraggo Pro - Estrattore
Estrattore di succo da frutta e verdura – BPA Free – 60 giri al minuto – Puoi inserire la frutta e la verdura intera!
€ 469,00

 

La spesa di giugno: ecco cosa comprare

Col mese di giugno inizia l’estate, la natura ci offre frutta e verdura che ci aiuta ad affrontare il caldo con prodotti che contengono vitamine, sali minerali, acqua, ecc. che ci aiutano a mantenere il corpo idratato.

Tra le verdure a giugno troviamo le bietole, le carote, la cicoria, i finocchi, l’insalata, il radicchio, i ravanelli, il sedano, gli asparagi, le barbabietole, le cipolle, l’erba cipollina, i piselli, i fagiolini, i fagioli, le fave, i cetrioli, la rucola, l’ortica, il rabarbaro, le patate novelle, le melanzane, i peperoni, l’aglio, i pomodori, le zucchine, ecc.

Le zucchine si utilizzano in tante ricette, dagli antipasti, ai primi, ai secondi e contorni. Contengono acqua, potassio, vitamina A, C, carotenoidi. Hanno proprietà antitumorali.

I fagiolini hanno proprietà più simili agli ortaggi che non ai fagioli. Contengono sali minerali, potassio, vitamina A e fibre.

Tra la frutta di stagione a giugno troviamo le albicocche, l’anguria, le ciliegie, i pompelmi, le  pere, le fragole, i lamponi, i meloni, i mirtilli, le nespole, le pesche, le susine, ecc.

Le albicocche contengono vitamina A, B, C, PP, magnesio, potassio, calcio, ferro. Sono consigliate a chi soffre di anemia. Tra le sostanze con proprietà antiossidanti troviamo quercetina, epicatechine, acido caffeico, zeazantina, ecc.

Le pesche sono diuretiche, lassative e depurative. Grazie alla presenza di  vitamina A, B, C, E e K, il consumo delle pesche aiuta a migliorare la vista, a fortificare il sistema immunitario, a combattere le cellule tumorali. Contengono potassio, che è utile per prevenire l’ipertensione.

Non c’è che l’imbarazzo della scelta fra le tantissime verdure e la colorata frutta per fare un pieno di gusto e di salute.

Articolo di Assunta Ruscitto

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

la spesa di maggio: ecco cosa comprare

A maggio siamo nel pieno della primavera e la natura ci offre alimenti che ci aiutano a disintossicarci e a combattere la ritenzione idrica.

CIBO CRUDO

Alimentiamoci con frutta e verdura di stagione ed avremo tutto quello che ci serve per stare bene.

Tra le verdure a maggio troviamo ancora le bietole, le carote, i carciofi, la cicoria, i finocchi, l’insalata, il radicchio, i ravanelli, il sedano, gli spinaci, ecc., ma soprattutto gli asparagi, le cipolle, l’erba cipollina, i piselli, i fagiolini, le fave, i cetrioli, la rucola, l’ortica, il rabarbaro, le patate novelle, la cicoria, l’aglio fresco, ecc.

I piselli contengono molti sali minerali (ferro, sodio, potassio, magnesio) e vitamine.

Le patate novelle sono ricche di potassio, selenio e vitamina C.

Le fave contengono ferro, vitamina B, proteine e fibre, che aiutano l’intestino ed hanno una funzione depurativa.

Tra la frutta di stagione a maggio troviamo le arance, le ciliegie, i pompelmi, i kiwi, le  pere, le fragole, i lamponi, le mele, le nespole, i pompelmi, ecc.

Le nespole sono poco caloriche, hanno proprietà antinfiammatorie e diuretiche.

I kiwi aiutano la digestione, abbassano il colesterolo e forniscono vitamine.

Articolo di Assunta Ruscitto

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Estraggo Pro - Estrattore
Estrattore di succo da frutta e verdura – BPA Free – 60 giri al minuto – Puoi inserire la frutta e la verdura intera!

€ 469,00

La spesa di Aprile: ecco cosa comprare

Siamo finalmente in primavera ed il nostro corpo in questo periodo dell’anno ha bisogno di disintossicarsi di tutte le tossine accumulate durante l’inverno.

La natura ci offre tantissime piante, che ci aiutano a depurarci e che ci forniscono i minerali necessari.

Tra le verdure in aprile troviamo ancora le bietole, i cavolfiori, i broccoli, i cardi, le carote, i carciofi, la cicoria, i finocchi, l’insalata, il radicchio, i ravanelli, il sedano, gli spinaci, il topinambur, ecc., ma anche le verdure primaverili quali gli asparagi, gli agretti, le cipolle, i porri, l’erba cipollina, i piselli, i fagiolini, le fave, i cetrioli, la rucola, l’ortica, il rabarbaro, le rape, il sedano rapa, ecc.

CIBO CRUDO

La rucola ha tantissime proprietà: contiene sali minerali quali ferro, calcio, potassio, magnesio, vitamina C e K, vitamine B6 e B9; è depurativa e drenante, aiuta la digestione, è antiossidante. Ha anche un effetto calmante, se  presa come tisana.

Con la rucola si possono preparare tantissime ricette, alcune delle quali le trovate anche qui nel blog come gli spaghetti vegan al pesto di pomodori secchi e rucola o anche  le linguine rucola e pachino.

La cicoria ha proprietà disintossicanti, diuretiche e depurative. Contiene calcio, fosforo, ferro, potassio, carboidrati, vitamina C, vitamina B, vitamina P e vitamina K.

Veloce da preparare e ottima la cicoria strascinata romana…io ve la consiglio!

L’ortica contiene tantissimi minerali: fosforo, calcio, potassio, ferro, rame, zinco. Contiene, inoltre, vitamina C.

Asparagi e carciofi aiutano nella depurazione del fegato.

 Tra la frutta di stagione ad aprile possiamo trovare le arance, i limoni, i pompelmi, i kiwi, le mele, le pere, le fragole.

Questa frutta è ottima per preparare le centrifughe, particolarmente apprezzate in questo periodo dell’anno.

Come ho scritto nella spesa di marzo, le fragole contengono minerali, vitamine e aminoacidi, hanno proprietà antiossidanti, antinfiammatorie, depurative, disinfettanti e antisettiche.

Articolo di Assunta Ruscitto

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Super Food
L’alimentazione è la medicina del futuro
€ 19.50

La spesa di marzo: ecco cosa comprare

img-20161023-wa0007

Consumare frutta e vedura di stagione è un modo di risparmiare, di mangiare sano e di mantenersi in salute.

La natura con i prodotti di stagione ci dona tutte le sostanze, le vitamine, i sali minerali di cui abbiamo bisogno in quel periodo dell’anno.

A marzo con l’arrivo della primavera gli scaffali di frutta e verdura si riempiono di tantissimi colori.

Tra la frutta di stagione a marzo ci sono ancora gli agrumi (arance, clementine, limoni, mandarini, pompelmi), i kiwi, le mele, le pere, ma iniziano a maturare le fragole.

Le fragole contengono minerali (calcio, sodio, ferro, magnesio, zinco, selenio, manganese, rame, potassio, ecc.), vitamine (A, B1, B2, B3, B5, B6, C, E, K, J, betacarotene e folati), aminoacidi.

Le fragole hanno proprietà antiossidanti, antiinfiammatorie, depurative, disinfettanti e antisettiche.

Con questi frutti si possono realizzare dolci gustosissimi, come la mousse di fragole con salsa di kiwi o anche il tiramisù alle fragole o, ancora, la crostata di limone con fragole.


Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Tra le verdure, oltre alle verdure invernali quali bietole, broccoli, cardi, carote, carciofi, cavolo cappuccio, cavolfiore, cavolini di Bruxelles, cicoria, finocchi, insalata, radicchio, rape, ravanelli, sedano, spinaci, topinambur, ecc., troviamo asparagi, agretti, cipolle, porri, erba cipollina, ecc.

Gli agretti ci forniscono calcio, vitamina C e B3, potassio, ecc., sono depurativi, diuretici e remineralizzanti.

L’erba cipollina contiene vitamina C, fosforo e oligoelementi, e ha proprietà depurative, digestive e diuretiche. E’ un ottimo antisettico, è cicatrizzante, espettorante, lassativo, cardiotonico e stimolante.

Volendo è possibile anche coltivarla in vaso, ecco come fare.

CIBO CRUDO

La cipolla è un potente antibiotico naturale, ma è anche dispensatrice di vitamine, sali minerali A, B1, B2, C, E, calcio, magnesio, manganese, fosforo e ferro.

La cipolla cruda uccide batteri patogeni dello stomaco e dell’intestino, tonifica il cuore e stimola la circolazione.

Anche la cipolla possiamo coltivarla in vaso, seguendo alcune semplici indicazioni, che trovate qui.

Gli asparagi sono disintossicanti, drenanti e antiossidanti. Si possono preparare tantissimi piatti a base di asparagi, come – ad esempio – un tortino con le mandorle o anche una parmigiana di asparagi.

Articolo di Assunta Ruscitto

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Germoglio - Germogliatore automatico
Germogli in soli 3-5 giorni – BPA FREE

€ 149,00