Archivi tag: libro

“Il Meglio di Te con il Coaching Scopri il metodo life coaching per dare valore alla tua vita” di Antonella Rizzuto, Alessio Roberti

Prima di partire per le vacanze vi consiglio un libro da mettere in valigia, ancora un testo – se vogliamo – contro corrente e, proprio per questo, imperdibile ed irrinunciabile.

Si tratta del libro Il Meglio di Te con il Coaching Scopri il metodo life coaching per dare valore alla tua vita scritto da due formatori esperti della materia:  Antonella Rizzuto, Alessio Roberti.

Si sente spesso parlare di coaching ultimamente, ma poche persone sanno realmente di cosa si tratta.

Il coaching, esattamente come il counseling, rappresenta una tecnica per affrontare i problemi che la vita di ogni giorno ci pone, lavorando sulle proprie risorse personali, quindi centrandosi sul benessere dell’individuo piuttosto che sui suoi limiti.

Una vera e propria sfida in una società, che, al contrario, tenta sempre di far emergere le nostre difficoltà e poche volte punta, invece, sulle nostre potenzialità.

In questo testo, dunque, gli autori si pongono l’obiettivo di guidare il lettore lungo un proprio percorso interiore, senza dare consigli o soluzioni preconfezionate.

Lo scopo è, infatti, quello di agevolare ciascuno nell’attivazione delle proprie potenzialità, fino a diventare protagonista della propria esistenza e delle proprie scelte.

Apparentemente sembrerebbe una cosa semplice, se non addirittura scontata. Ma fermiamoci un attimo a riflettere. Quante volte nella vita di ogni giorno siamo realmente liberi nelle nostre decisioni. Quante volte riusciamo a non farci influenzare dagli stimoli esterni, dalle pressioni che questa società esercita su di noi?

Ecco che allora Il Meglio di Te con il Coaching Scopri il metodo life coaching per dare valore alla tua vita propone una serie di obiettivi sui quali concentrarsi per realizzare il cambiamento e poi offre anche modalità di applicazione per raggiungerli.

Il testo, suddiviso in capitoli, parte dal qui ed ora di come siamo, per poi procedere con un’identificazione di quali sono i valori, che mettiamo al centro della nostra esistenza, e infine evidenziare quali obiettivi ci vogliamo porre.

Affinché tutto possa essere messo in pratica è necessario lavorare su se stessi, ma anche sul contesto, in cui viviamo, cercando continui stimoli positivi.

Nella società del tutto e subito, delle medicine da assumere non appena compare un qualche sintomo di malessere, probabilmente quest’idea del coaching fa sorridere (o almeno a me capita sempre di sentire qualche battutina, quando faccio formazione proprio su queste tematiche). Ma la realtà è ben diversa!

Riappropriarsi della propria esistenza e sentirsi liberi di scegliere il meglio per noi stessi deve essere il nostro obiettivo principale. Qui gli autori ci offrono una serie di spunti, quindi perché non approfittarne al volo?

 

Lasciate uno spazio in valigia e preparatevi a partire sereni, ricchi di un sostegno in più per affrontare il prossimo autunno…e non solo!

Recensione di Sabrina Rosa

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

“The pH Balance – Guida e Dieta per la Salute. Soluzioni pratiche, gestione della dieta + 175 ricette” di Fraser Smith, Susan Hannah e Daniel Richardson


Riprendiamo la nostra consueta rubrica sulla recensione dei  libri, presentandovi quest’interessante testo intitolato The pH Balance – Guida e Dieta per la Salute. Soluzioni pratiche, gestione della dieta + 175 ricette e scritto da Fraser SmithSusan HannahDaniel Richardson.

Continuiamo, quindi, a seguire la logica di questo blog che esistono tantissimi modi per prenderci cura di noi stessi, che nulla hanno a che fare con le indicazioni della medicina tradizionale, perché sono modi che puntano sulla prevenzione piuttosto che sulla cura. Ecco perché sono fondamentali da seguire!

La tematica affrontata nel libro propostovi è quella inerente l’importanza di assumere cibi con un pH intorno a 7,4, in modo tale da preservare la salute del nostro intestino e, di conseguenza, anche quella del nostro organismo in generale.

Gli autori, pertanto, propongono un programma alimentare, da svilupparli nell’arco di quattro settimane, grazie al quale è possibile ripristinare il corretto equilibrio tra acido e basico, scegliendo tra alimenti che tendo maggiormente verso il pH acido e quelli che, al contrario, si spostano verso uno basico.

Probabilmente detta così sembra una cosa complicatissima, ma in realtà non lo è perché, sempre nel testo, ci sono anche le ricette da seguire per poter conseguire tale obiettivo. Si spazia dalle salse alle zuppe, alle insalate e ai piatti vegetariani e non, così da riuscire a creare una dieta completa indispensabile per mantenersi in buona salute.

Tutto ciò dopo una prima parte del libro dedicata, invece, ad illustrare di cosa parliamo quando ci riferiamo al pH, quali sono le più importanti patologie a carico del nostro apparato gastro-intestinale e quali sono anche gli stili di vita da adottare per vivere in condizioni migliori.

Gi autori del testo The pH Balance – Guida e Dieta per la Salute. Soluzioni pratiche, gestione della dieta + 175 ricette  sono due medici, il Dott. Fraser Smith e il Dott. Daniel Richardson, e una ricercatrice, Susan Hannah, che hanno messo insieme le loro esperienze per questo volume che andrebbe letto da tutti, se non altro per avere un’ulteriore opzione di scelta alla propria alimentazione.

La salute passa dalla tavola, come ormai noi tutti ben sappiamo. Se, dunque, è vero che siamo ciò che mangiamo, dobbiamo imparare a mangiare sano e con criterio, così da non dover ricorrere a farmaci o ad altro per continue patologie.

La dieta basata sul bilanciamento del pH da noi non è ancora così conosciuta, quindi magari leggere per la prima volta che è possibile controllare questo fattore proprio attraverso la scelta dei cibi può lasciare qualche perplessità, ma pagina dopo pagina i dubbi svaniranno e si apriranno solo nuove certezze.

Recensione di Sabrina Rosa

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

“E Vissero per Sempre Infelici e Scontenti Cancella i falsi miti sull’amore e impara ad amare” di Ettore Amato

Iniziamo questa nuova settimana con la presentazione di un libro dal titolo irriverente rispetto ai canoni classici delle favole Disney con i quali siamo cresciuti.

Si tratta del testo E Vissero per Sempre Infelici e Scontenti. Cancella i falsi miti sull’amore e impara ad amare scritto da uno dei massimi esperti di comunicazione relazionale, Ettore Amato.

Se vi state chiedendo cosa centri un libro così con il resto delle tematiche, che generalmente vengono trattate in questo blog, eccovi subito accontentati.

Il nodo centrale della questione è sempre e solo uno: la visione olistica di se stessi e la responsabilizzazione delle nostre scelte.

Così come a tavola dobbiamo saper decidere cosa è meglio  per noi, allo stesso modo – o meglio ancora con maggior decisione – dobbiamo fare la stessa identica cosa per ogni singola azione del quotidiano.

Dunque ribaltiamo completamente un altro stereotipo: non esiste il principe azzurro e non esiste l’amore perfetto!

 

Ah che dolore, dopo che per una vita ci hanno detto che questo deve essere il sogno di ogni fanciulla, ecco che poche righe mettono a soqquadro tutte le nostre aspettative!

Aspettative del tutto impossibili in verità e  che sono alla base della gran parte delle nostre incomprensioni di coppia.

Da counselor e – ancor più – da mediatrice familiare sposo a pieno la tesi esposta nel testo da Ettore Amato. Non esiste l’amore perfetto, per il semplice motivo che non siamo creature perfette.

Lo sbaglio peggiore che si possa fare è quello di pensare che, una volta incontrata una persona con la quale si condividono delle esperienze e che ci ha fatti innamorare, il gioco sia bello e fatto. Da là in poi, dunque – ci diremo – che non ci saranno più problemi e si vivrà per sempre felici e contenti.

Invece, accade esattamente il contrario quando si decide di intraprendere questo stile di relazione, con il risultato di sentirsi sempre più infelici e scontenti, infilandosi in un vortice senza ritorno.

Nel testo E Vissero per Sempre Infelici e Scontenti. Cancella i falsi miti sull’amore e impara ad amare l’autore ci indica, allora, alcune semplici regole da seguire per evitare che tutto ciò accada.

 

Mettendo in pratica alcuni consigli e attenendoci a delle semplici indicazioni, sarà, perciò, possibile scoprire come essere realmente felici, come evitare gli errori più comuni, che si commettono in coppia, e soprattutto come scegliere il modo per star bene in due.

A rinforzo di tali consigli, sono presenti nel libro anche delle testimonianze di  persone, che hanno imparato a vivere in modo diverso le loro storie d’amore, riscoprendone il lato piacevole piuttosto che quello doloroso.

Che altro dirvi? Scegliere la felicità dovrebbe essere per ogni individuo l’opzione più semplice verso la quale optare, ma la nostra società ci sta disabituando a farlo.

Ecco, quindi, un altro strumento che può esserci d’aiuto nel prenderci cura di noi stessi!

Amarsi è l’inizio per incontrare autenticamente il nostra partner…partiamo, perciò, da qui.

Recensione di Sabrina Rosa

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

“Le Eccezionali Proprietà Curative della Noce di Cocco Prevenire e curare i più diffusi problemi di salute con acqua, latte, polpa e olio di cocco” del Dott. Bruce Fife

Dopo un piccolo periodo di pausa riprendo con oggi la nostra rubrica dedicata alle recensioni dei libri e, come sempre, seguendo la filosofia del blog, presento un volume dedicato a cure alternative, che nulla hanno a a che fare con i dogmi rigidi della medicina allopatica tradizionale.

Il testo, che vi voglio presentare, si intitola Le Eccezionali Proprietà Curative della Noce di Cocco. Prevenire e curare i più diffusi problemi di salute con acqua, latte, polpa e olio di cocco ed è stato scritto dal Dott. Bruce Fife.

Il Dott. Fife è il più grande conoscitore al mondo di questo frutto ed ha studiato a lungo  i tantissimi effetti benefici, che il cocco è in grado di generare sulla nostra salute.

Probabilmente per quelli della mia generazione cresciuti con il tormentone estivo sule spiagge – Cocco bello, cocco fresco – (tra l’altro tramandato non solo da padre in figlio, ma anche da venditori italiani a commercianti stranieri, i quali, con la stessa energia di tanti anni fa continuano a ripeterlo, avanzando con passo deciso sulla sabbia rovente) venire a sapere che questo frutto è così ricco di proprietà, potrà essere davvero una sorpresa.

Tuttavia è esattamente così.

Come di illustra l’autore, infatti, dalla noce del cocco si ricavano acqua, polpa, latte ed olio preziosi. Si tratta di elementi che svolgono una preziosa azione protettiva per la nostra salute sotto diversi punti di vista.

Il cocco, dunque, è in grado di:

  • rendere più forte il sistema immunitario, riducendo le infezioni batteriche, virali e fungine;
  • facilitare il metabolismo degli zuccheri e del colesterolo, con un conseguente controllo del perso corporeo (ecco perché è utilissimo nelle diete alimentari);
  • proteggere il sistema cardiovascolare;
  • prevenire l’insorgenza di malattie neoplastiche;
  • ridurre l’invecchiamento cellulare, agendo direttamente sui radicali liberi.

Inoltre questo frutto, usato sotto forma di olio su pelle e su capelli, aumenta lucentezza, elasticità e morbidezza di entrambi.

In Oriente, dove da secoli il cocco è usato non solo come alimento, ma anche come medicamento, soprattutto dalle donne incinte, che non solo se ne nutrono, ma lo impiegano anche come unguento anti-smagliature, le proprietà di questo frutto non sono di certo un mistero.

Ma per noi è tutta una rivelazione. Perché, dunque, ricorrere alla chimica quando la natura ci offre già da sé così tanti rimedi?

E il cocco in ciò deve avere nelle nostre case un posto di primo piano, proprio come merita e come Le Eccezionali Proprietà Curative della Noce di Cocco. Prevenire e curare i più diffusi problemi di salute con acqua, latte, polpa e olio di cocco ci spiega.

Questo libro, allora, non deve assolutamente mancare nella nostra biblioteca personale, perché ci spiega anche come usare il cocco.

Si tratta, in altre parole, di un manuale prezioso per tutti coloro che scelgono la natura alla chimica e, visto che il periodo è anche quello giusto, con l’estate ormai alle porte, lasciamoci trasportare dalla sua lettura sotto l’ombrellone e uniamoci al coro Cocco bello, cocco fresco e – ora si possiamo affermarlo con fermezza – cocco utile e prezioso!

Recensione di Sabrina Rosa

verdenaturablog@gmail.com

tps://www.facebook.com/verdenaturablog

Luigi Mondo, Stefania Del Principe “L’Olio di Cocco Una miniera di salute e bellezza”

Continuando il nostro viaggio nel benessere legato all’uso di prodotti totalmente naturali, che la natura ci dona senza bisogno di ricorrere ad aggiunte chimiche, oggi voglio parlarvi di un nuovo testo.

Si tratta del libro L’Olio di Cocco Una miniera di salute e bellezza scritto da due giornalisti, nonché esperti in medicina naturale, Luigi Mondo e Stefania Del Principe.

Forse non tutti conoscono le infinite proprietà di quest’olio, il quale viene estratto dalla polpa del frutto, dopo essere stata essiccata, e ormai da decenni viene impiegato dalle popolazioni orientali come un vero e proprio toccasana per svariate problematiche.

In occidente il suo uso si sta scoprendo solo ora. Infatti, dopo un periodo in cui è stato quasi demonizzato, oggi l’olio di cocco è stato rivalutato completamente; anzi, per alcuni è diventato una sorta di panacea per la risoluzione di diverse condizioni problematiche.

Innanzitutto va detto che una delle più caratteristiche proprietà di tale olio è rappresentata dal fatto che, pur essendo un grasso, una volta assunto, non solo non provoca un aumento di peso, ma anzi favorisce il processo di dimagrimento.

I suoi principi attivi, infatti, accelerano il metabolismo per cui aumentano il numero di calorie bruciate. Ottimo, pertanto, nelle diete.

Inoltre, l’olio di cocco possiede importanti proprietà protettive nei confronti dell’apparato cardiocircolatorio.

Ma non solo. La scienza ha dimostrato che un suo uso costante diminuisce il rischio di insorgenza di  Alzheimer ed incrementa le difese immunitarie del nostro organismo, con la conseguente riduzione di possibilità di contrarre malattie.

Infine, sempre sotto un punto di vista prettamente medico, si è visto che l’olio di cocco è utile per contrastare la proliferazione dei batteri, che sono alla base dell’insorgenza della carie.

Diverse azioni, che risultano protettive per la nostra salute e che davvero non sono da sottovalutare.

Anche in cucina, però, quest’olio è importantissimo. Innanzitutto perché sa donare alle pietanze, che prepariamo, quel tocco di sapore orientale, che le rende uniche e prelibate. E poi perché, se usato sotto controllo, come già detto, protegge la nostra salute.

Infine anche come cosmetico l’olio di cocco non teme paragoni.

Spesso, infatti, questo viene impiegato per preparare unguenti, creme o altri prodotti, che non solo non sono dannosi per la pelle, ma, anzi, oltre a nutrirla, la proteggono e la tutelano da attacchi di agenti esterni di varia natura.

Che altro poter chiedere ad un semplice estratto da un frutto?

Nel testo gli autori, dopo aver spiegato quali sono le sue proprietà, danno anche qualche indicazione sul come usarlo al meglio in cucina e nel creare dei preparati fai da te in casa.

Il testo  L’Olio di Cocco Una miniera di salute e bellezza  è reperibile on line sul sito de Il Giardino dei Libri.

Una volta conosciuto più da vicino, credo che questo prodotto possa soltanto diventare una presenza costante nelle nostre vie.

A breve poi sarà estate e una crema all’olio di cocco, ben lo sanno gli amanti del sole e delle spiagge, non si nega a nessuno…

Recensione di Sabrina Rosa

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

 

 

“Il Mondo dall’Altra Parte” di Fosco Del Nero e Michela Salotti

Eccoci qui per parlarvi ancora una volta di un libro. Oggi, però, lo facciamo non dopo averlo letto, ma, bensì, ancor prima che questo esca, perché vogliamo presentarvi qualcosa di speciale e di appassionante.

Si tratta del testo intitolato Il Mondo dall’Altra Parte e scritto a due mani da Fosco Del Nero, esperto di crescita personale legata in particolar modo alle tematiche spirituali, e Michela Salotti,  appassionata del genere fantasy sin da bambina, grazie a due genitori da sempre interessati al mondo dei fumetti e a tutto ciò che gira intorno a questo.

Un titolo sin da subito capace di destare curiosità nel lettore (o almeno questa è stata la mia prima sensazione non appena aver visto la copertina).

Il Mondo dall’Altra Parte…Ma dall’altra parte di cosa sarà questo mondo? dall’altra parte di noi? dall’altra parte del pianeta?

In realtà, il mondo di cui ci parlano gli autori è situato dall’altra parte di uno specchio, il quale fa da punto di separazione e, allo stesso tempo, però, anche di raccordo, tra due dimensioni differenti e, apparentemente, inconciliabili tra di loro.

Protagonisti della storia sono due giovani, provenienti uno dal mondo al di qua, e l’altra dal mondo al di là dello specchio stesso.

Così Lorenzo e Celeste si incontrano per caso, ognuno con le sue peculiarità, e tra di  loro inizia un lungo scambio di missive, grazie alle quali è possibile per entrambi intraprendere un cammino di crescita spirituale condiviso.

In tale percorso i ruoli spesso si scambiano e si intrecciano, per cui chi è in un momento maestro, poco dopo diviene allievo dell’altro e viceversa.

Stesso itinerario percorre anche il lettore della storia, immedesimandosi ora in Lorenzo e ora in Celeste, per scoprire alla fine che forse non si tratta di due vite separate, ma solo di due differenti aspetti di una sola.

 

Molto più di un semplice fantasy, quindi, questo libro arriva dritto al cuore di chi sa empatizzare con il mondo circostante, aiutandoci a riflettere sui nostri ruoli sociali, sulla nostra parte più spirituale e sul nostro porci di ogni giorno: al di qua o al di là dello specchio?

Prosegue, perciò, ancora una volta la nostra esplorazione della realtà olistica, in cui viviamo. mente e corpo, concreto e astratto, materialità e spirito non sono due aspetti separati, ma solo due diverse sfaccettature dello stesso individuo o, anche, della stessa realtà circostante.

Questa volta sarà un fantasy a guidarci nella ricerca.

Il libro sarà disponibile da aprile, ma per i più curiosi è possibile sin da ora ordinarlo on line sul sito Il Giardino dei Libri.

Quindi che aspettate? Basta un click e il viaggio ha inizio.

Recensione di Sabrina Rosa

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

“Rinasci e Risveglia il Tuo Potere Interiore Un metodo rivoluzionario per far emergere il potenziale che è in te” di Derek Rydall

Per concludere bene la nostra settimana lavorativa e prima di entrare a pieno in questo week end, ormai davvero dietro l’angolo, non posso che proporvi un nuovo titolo di libro da leggere.

Questa volta si tratta di Rinasci e Risveglia il Tuo Potere Interiore Un metodo rivoluzionario per far emergere il potenziale che è in te scritto da Derek Rydall.

Titolo impegnativo no? E, altrettanto impegnativa sembra essere la partecipazione richiesta da parte dei lettori.

Ma sarà davvero così?

Punto di partenza della riflessione condotta dall’autore è: si può cambiare nella vita? E, se anche si potesse, questo è un bene o un male per gli individui? Quante energie vengono disperse nel corso di tale processo?

Derek Rydall, oltre che scrittore, è anche un rinomato coach, il quale – dopo aver rischiato di morire – ha elaborato una propria filosofia esistenziale.

Secondo lui, dunque, non c’è bisogno di cercare continuamente di cambiare, perché ognuno di noi ha in sé già tutte le risorse necessarie per riuscire ed avere successo.

Basta, pertanto, solo seguire quella che Rydall definisce legge di emersione, ossia un cammino, che si sviluppa in sette distinti passi, percorrendo il quale ciascuna persona può trovare la sua piena realizzazione.

I sette passi sono:

  • Passo 1 vedere la visione compiuta
  • Passo 2 coltivare le condizioni congruenti
  • Passo 3 elaborare il piano quantistico
  • Passo 4 dare quel che sembra mancare
  • Passo 5 agire come se si fosse completi
  • Passo 6 accogliere a braccia aperte ciò che sembra incompleto
  • Passo 7 attendere alla legge

Ancora una volta, perciò, il tema portante è legato alla visione olistica della persona (la stessa già ritrovata in altri testi recensiti), un’unità indissolubile di più elementi, che non hanno bisogno di altro che delle loro stesse energie per raggiungere i propri obiettivi.

Accettare la propria incompletezza è il punto di partenza per poi accogliere quella degli altri e, così, fondersi e crescere e incontrarsi continuamente per tutta la vita.

In tal modo si smette di sentirsi costantemente chiamati al compito di diventare qualcosa di diverso per riuscire a raggiungere uno scopo.

Si vive, invece, nel qui e ora dell’incompiuto, con la forza che questo può dare. Non più cambiare, ma accettarsi e divenire orgogliosi del proprio essere, con tutte i difetti, le limitazioni, le imperfezioni, che caratterizzano ognuno di noi.

Come preannunciato, perciò, un titolo impegnativo che ci chiama ad un compito, che potrebbe sembrare impossibile, ma che di sicuro non lo è!

In una società che ci pretende perfetti, sempre pronti ad adattarci, a mutare…una società che fa della flessibilità, intesa proprio come prontezza nel divenire altro, Rydall va sicuramente contro corrente, forte della propria esperienza.

Migliorare il nostro oggi è l’unico obiettivo vincente che ci si possa dare e da qui poi il futuro sarà tutto in discesa.

Recensione di Sabrina Rosa

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

“La Comunicazione Mente-Pancia Come la conversazione nascosta nel nostro corpo influenza scelte, umore e stato di salute” di Emeran Meyer

Quante volte ci è capitato di dire o di sentir dire da qualcun altro: “Di pancia farei…anche se poi la testa mi blocca o mi dice altro”.

Di pancia…Ecco ci siamo mai fermati a pensare a cosa significhi questa frase nella sua essenza? Che legame esiste – se mai esiste davvero – tra testa e pancia?

comunicazione-mente-pancia-mayer

Ce lo racconta in un testo dal titolo esplicativo La Comunicazione Mente-Pancia Come la conversazione nascosta nel nostro corpo influenza scelte, umore e stato di salute il dottor Emeran Meyer, che da quasi mezzo secolo, ormai, si occupa proprio della relazione esistente tra corpo e mente.

Una relazione intensa, che diventa poi ancor più stretta quando andiamo a verificare come comunicano tra di loro il cervello e l’intestino, da alcuni definito proprio un secondo cervello, in grado di guidare le nostre scelte e di orientare i nostri pensieri.


Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

E’, infatti, a tale livello che la flora batterica manda segnali importanti al sistema nervoso centrale, entrando in una condizione di sofferenza quando non stiamo bene.

E da qui colite, gonfiore, senso di spossatezza e di pesantezza (soprattutto nelle donne), insomma una serie di messaggi di disagio, che parte dall’intestino per far emergere uno stato problematico, il quale ha bisogno di risposte immediate.

Purtroppo la medicina occidentale, che rifiuta in qualche modo una visione olistica dell’individuo, fa ancora molta fatica a riconoscere, da un punto di vista meramente scientifico, la relazione che corre tra cervello e intestino.

Così, il più delle volte, quando si verificano fenomeni di colite che dura per mesi o di disfunzione legate all’alterazione della flora batterica, si preferisce ricorrere all’assunzione di fermenti, di farmaci stabilizzanti, di integratori.


Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Perfetto. in pochi giorni – se si è fortunati – il sintomo scompare e tutto sembra tornato alla sua normalità.

Eppure non è così. Infatti, solo il sintomo viene meno, ma la causa resta là ferma, pronta a riesplodere non appena ne avrà la possibilità.

Il testo del dottor Meyer allora cerca di dare nuovi spunti di riflessione sull’argomento, invitando a divenire maggiormente consapevoli del potere della nostra mente, laddove la si lasci libera di dialogare con il resto del corpo.

Si tratta di un processo sicuramente lungo, tanto che è lo stesso autore ad evidenziare come sia importante sin dall’infanzia insegnare ai bambini a  viversi come un’unità, fatta di tanti elementi in equilibrio e in dialogo tra loro.

Lungo si, ma non impossibile. Forse, allora, è arrivato davvero il momento di scegliere di pancia la nostra prossima mossa.

Testo alla mano, lasciamoci andare alla lettura di questo libro e di sicuro ne rimarremo affascinati.

Se l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha riconosciuto i danni provocati dallo stress come uno dei principali fattori di mortalità al mondo, allora come non cogliere al volo la possibilità di combatterlo senza ricorrere a farmaci, ma semplicemente ascoltandoci?

Recensione di Sabrina Rosa

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

 

“Sonno Facile. 21 strategie per sconfiggere l’insonnia, avere la mente lucida, vivere più a lungo” di Shawn Stevenson

Le più diffuse posizioni del sonno in coppia - immagine tratta dal testo
Le più diffuse posizioni del sonno in coppia – immagine tratta dal testo

Quanto influisce sulla nostra salute la qualità del sonno? Ce lo siamo mai chiesto? Forse no o forse si, anche perché nella nostra società del “tutto e subito” il più delle volte non appena si ha un problema si ricorre ai farmaci, senza , quindi, fermarsi a riflettere.

In ogni caso è importante per ognuno di noi sapere che dormire bene equivale a stare bene, per cui ecco che oggi voglio proporvi un nuovo testo, che ci aiuterà proprio a correggere alcuni errori che commettiamo a letto.

Si tratta del libro Sonno Facile. 21 strategie per sconfiggere l’insonnia, avere la mente lucida, vivere più a lungo del biologo statunitense Shawn Stevenson.

evi

L’autore di questo volume, che aveva nella vita quale obiettivo quello di diventare un atleta professionista, ad un certo punto è stato colpito da una malattia degenerativa a carico delle ossa e qui il suo sogno è andato in frantumi.

Ma Stevenson non si è arreso. Anzi ha iniziato a compiere degli studi approfonditi sul rapporto esistente tra sonno e benessere fisico e da qui è nato il suo libro.

Un libro che propone un metodo di approccio basato sulla messa in campo di 21 strategie, le quali  nel corso di due settimane – sono in grado di migliorare il nostro stato di salute e, quindi, aiutano nella realizzazione dei propri obiettivi (esattamente come è successo all’autore).

Piccoli suggerimenti, che in questo caso fanno davvero la differenza.


Acquista Online su IlGiardinodeiLibri.it

Partendo da alcune semplici domande, che si pongono l’obiettivo di aiutarci a comprendere meglio il nostro personale stile di vita, il modo in cui dormiamo, la dieta alimentare che seguiamo, Stevenson procede, quindi, con l’indicazione di alcune abitudini da dover sviluppare ( o rispolverare) per poter riposare meglio.

Ad esempio, quindi viene consigliata l’abolizione di assunzione di bevande eccitanti (caffè, tè) o anche alcoliche prima di andare a letto, come anche viene sostenuta con fermezza la scelta di un ambiente buio e silenzioso, che aiuta il riposo e – soprattutto – mette a tacere il dialogo interiore, spesso responsabile della nostra insonnia.

In altre parole: fuori i pensieri dalla nostra camera da letto!

Semplici regole, che non hanno la presunzione di abbattere vecchi riti pre-sonno, ma vogliono solo agevolare il nostro ritorno ad uno stile di vita più sano e vicino ai nostri ritmi veglia-sonno, così come dettati dalla natura.

In un contesto sociale che ci vuole sempre iper-efficienti, pronti a dare il meglio di noi stessi, produttivi per la gran parte della giornata, dormire sembra, ormai, quasi una perdita di tempo. Ma non è così.

Anzi è proprio il sonno la base del nostro successo, perché rappresenta un’attività rigeneratrice di corpo e mente, che sostiene, poi, il nostro procedere quotidiano.

Piuttosto che ricorrere, quindi,  a farmaci per dormire la sera e a litri di caffeina per stare svegli durante il giorno, concediamoci un buon libro come questo, che non solo è più salutare, ma segnerà una nuova svolta nel nostro incedere.

Recensione di Sabrina Rosa

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

“Best Brain. Ottieni risultati incredibili scegliendo il momento giusto” di Garth Sundem

Oggi voglio parlarvi di un nuovo libro, che – per l’argomento trattato e per l’approccio olistico seguito a sostegno di un vivere in equilibrio costantemente – continua a seguire il filone, che verte sul benessere e sull’interconnessione esistente non solo tra la mente ed il corpo, ma anche tra quest’ultimo e l’ambiente circostante.

Si tratta del testo Best Brain. Ottieni risultati incredibili scegliendo il momento giusto di Garth Sundem.

Sundem è un giornalista americano, che ha concentrato la propria attenzione sulla logica e sullo studio del cervello e del suo funzionamento.

Così, ha deciso di scrivere un libro che ha, quale suo tema dominante, la cronobiologia.

Immagino che questo termine possa essere per molti non del tutto familiare e possa, altresì, far pensare a qualcosa di estremamente complesso e rivolto esclusivamente ad una nicchia di letterati, esperti del settore.

Niente di più falso, tranquilli. La parola “cronobiologia” deriva semplicemente da altri tre vocaboli greci: chronos, che significa tempo, bios, che significa vita, e logos, che significa studio.

Dunque la cronobiologia non è altro che lo studio dei ritmi vitali in funzione del tempo, quindi lo studio di tutte quelle azioni ed attività, che si ripetono ciclicamente nel corso della giornata.

A queste ultime non si sottrae, ovviamente, il cervello, per cui – come fa emergere l’autore del testo – se ognuno di noi imparasse a riconoscere il momento più idoneo nell’arco delle ventiquattro ore per compiere una determinata attività cerebrale, non solo sarebbe facilitato nei suoi compiti, ma otterrebbe anche risultati migliori rispetto a fare quella stessa cosa in un orario diverso.

Il libro, per facilitare la comprensione della nostra cronobiologia individuale, è stato pensato e scritto suddividendolo in diverse sezioni, ognuna delle quali corrisponde ad un momento particolare del giorno.

Quindi la prima parte è incentrata sul mattino, la seconda sulla giornata in senso lato e la terza ed ultima sulla sera.

All’interno di ognuna di queste parti, inoltre, l’autore prende in esame la relazione esistente tra il nostro cervello – ossia la nostra attività cerebrale – e:

  • le azioni di svegliarsi e di prepararsi ad affrontare una nuova giornata, per quel che concerne il mattino;
  • le azioni di lavorare e di interfacciarsi con i colleghi per quanto riguarda la giornata;
  • le azioni di interazione con la famiglia, comprese anche le semplici azioni quotidiane che si compiono insieme al proprio partner o ai propri figli, per quanto riguarda la sera.

evi

Semplici accorgimenti, che troppo spesso sono stati del tutto abbandonati dalla nostra routine quotidiana.

Infatti i ritmi frenetici della vita di ogni giorno, i tempi dettati più dalla tecnologia che dalla biologia, le richiesta sempre più pressanti imposti dalla società non fanno altro che allontanarci dai nostri orologi interiori per rispondere a sveglie e richiami del tutto artificiali.

E da qui stress, senso di inadeguatezza, difficoltà di attenzione e di concentrazione, stanchezza e…la lista potrebbe andare ancora avanti a lungo, ma credo di aver già reso abbondantemente l’idea.

Il testo di  Garth Sundem è un ottimo sostituto di un ansiolitico o di un antidepressivo. Anzi è la soluzione più semplice ed immediata alle difficoltà quotidiane: basta solo tornare ad ascoltarsi per capire quando è ora di agire e quando, invece, è tempo di far riposare il nostro cervello e tutto torna a posto.

Avere un contesto di riferimento, che guidi lungo il processo di riscoperta di questa nostra parte più animale è un riferimento prezioso.

Attraverso la lettura del testo Best Brain. Ottieni risultati incredibili scegliendo il momento giusto tutto questo è possibile. Sarà un viaggio piacevole alla riscoperta di una delle parti del pianete meno note: noi stessi.

Un’unica accortezza: ricordate che c’è anche un tempo ottimale per leggere per il nostro cervello, quindi dedicate il momento giusto della giornata a quest’attività e avrete di sicuro piacevoli sorprese.

Recensione di Sabrina Rosa

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog