Archivi tag: benessere

“Guarire l’Anima” di Tenzin Wangyal Rinpoche

Preoccupati ed affaccendati a prenderci cura del nostro corpo, convinti che sia l’aspetto esteriore a fare la differenza in questo mondo, sempre più spesso ci ritroviamo poi a trascurare la nostra interiorità.

Una scelta non scevra da effetti nocivi, a seguito della quale i risultati, ovviamente, sono ben visibili agli occhi di tutti, perché noi non siamo creature dicotomiche – ossia scisse tra materia e spirito -, ma unità inscindibili di corpo ed anima, per cui non possiamo proteggere l’uno senza fare lo stesso con l’altra e viceversa.

Da queste riflessioni parte il testo, che voglio presentarvi oggi, dal titolo che immediatamente fa riflettere: Guarire l’anima.

Un libro che di sicuro viaggia contro corrente e che ha come autore Tenzin Wangyal Rinpoche, che è il fondatore, nonché la guida spirituale del Lingrnincha Institute, un centro specializzato per lo studio e la pratica degli insegnamenti del buddismo Bön tibetano.

L’idea portante del testo è che sia possibile in qualsiasi momento della nostra esistenza recuperare le nostre energie interiori, quelle perciò connesse alla spiritualità, per tornare a sentirsi un’unità mente – corpo.

Quali strumenti proposti da Tenzin Wangyal Rinpoche ci sono la meditazione, che consente di raggiungere i nostri strati più profondi, di entrare, così, in contatto con la nostra anima e di guarirla, laddove siano presenti delle ferite, che non ci fanno star bene e ci fanno vivere in una condizione di perenne inquietudine, ma anche il silenzio, il contatto con la natura.

Tutte queste tecniche aiutano l’uomo ad allontanare le emozioni per lui negative (che poi sono anche alla base di insorgenza di malattie), a sentirsi maggiormente realizzato nella sua vita di ogni giorno, ad essere felice e a donare tale felicità anche agli altri.

 I

Dunque, non c’è l’idea prettamente occidentale di ricorrere ai farmaci se si vuole combattere una malattia – anche se dell’anima – , ma si fa ricorso all’immensa energia universale che pervade l’intera natura, quindi anche ognuno di noi.

Un’energia che scorre e che mette in relazione, aiutandoci quando ne abbiamo bisogno.

Il testo, suddiviso in sette capitoli, aiuta, pertanto, il lettore nel compiere questo suo personale viaggio, esplorando il sé, per poi incontrare al meglio gli altri, creando delle relazioni funzionali e felici.

Il fine è quello di superare il senso di solitudine – tipico della nostra società, che crede di essere coesa e connessa grazie all’illusione fornitale dai social media, mentre sempre più cade in una condizione di alienazione e di isolamento sociale – nutrendo sia il proprio corpo che la propria anima.

Una sfida impegnativa senza dubbio, ma alla quale non possiamo rinunciare per recuperare la nostra felicità e il nostro essere più autentico.

 

Recensione di Sabrina Rosa

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Annunci

“Disconnessi – Siamo Sempre Più Isolati Come proteggere i nostri figli e le relazioni familiari nell’era digitale” di Catherine Steiner-Adair , Teresa H. Barker

Nell’era digitale sempre più tempi e ritmi della vita quotidiana appaiono dettati non dalle nostre esigenze, quanto piuttosto dai mezzi di comunicazione di massa.

Stiamo, dunque, assistendo ad un lento, ma progressivo sovvertimento dei ruoli: non è più l’uomo a padroneggiare i mass media, quanto questi ultimi a controllarne la quotidianità.

Grazie ad internet abbiamo l’illusione di poter raggiungere ciascuna parte del pianeta in pochissimi istanti e di essere soggetti attivi di un’unica immensa comunità, fatta di scambi e di relazioni (i più famosi “amici” come li definisce facebook). Ma è realmente così?

A quest’interrogativo provano a dare una risposta la psicologa clinica Catherine Steiner-Adair e la dottoressa Teresa H. Barker, le quali, partendo da storie reali, da casi clinici affrontati nel corso della loro pratica, hanno scritto il testi che vi presentiamo oggi: Disconnessi – Siamo Sempre Più Isolati Come proteggere i nostri figli e le relazioni familiari nell’era digitale.

Il focus della questione affrontata nelle pagine di questo volume è: viviamo nella convinzione di connetterci l’un l’altro, ma in realtà siamo sempre più disconnessi ed isolati socialmente e da qui nascono gran parte dei problemi, di cui siamo tutti più che consapevoli.

La perdita di capacità costante e progressiva di riuscire a comunicare, se non attraverso i sociale media, sta minando la nostra società alla radice.

I bambino scoprono il tablet, ormai, prima dei giocattoli.

Gli adolescenti vivono di social media e il cellulare è parte integrante del loro essere, non più mero mezzo per comunicare.

I genitori, allo stesso modo, lavorano usando la rete e trascorrono buona parte del loro tempo libero in chat.

E in tutto ciò, quindi, la comunicazione ne soffre in maniera incisiva, con effetti a cascata dannosi su altre sfere della società.

Può sembrare un paradosso, ma non lo è. Spesso, infatti, si cade nella dis-comunicazione quando ci si affida esclusivamente ai media, si perde il contatto con l’altro e io nostro Io-virtuale ha la meglio sull’Io-reale. Inoltre, il cyber bullismo trova qui terreno fertile per mietere vittime, perché internet prevale sullo scambi o di emozioni e sogni concreti e i fenomeni di violenza e di ricatti in rete diventano sempre più all’ordine del giorno.

 

Anche la capacità di giocare con i propri coetanei all’aperto come anche di fare sport viene intaccata dalla rete, che succhia, come un vampiro, ogni minuto libero, tenendo i giovani – e non solo – incollati ad un computer o ad uno smartphone, piuttosto che lasciandoli liberi di stare fuori a rincorrere un pallone o a pedalare con gli amici.

Ecco, questi ed altri problemi sono affrontati dalle due autrici del testo sotto diverse angolazioni e offrendo differenti spunti di riflessione.

Anche io, nel momento stesso in cui sto scrivendo la recensione di Disconnessi – Siamo Sempre Più Isolati Come proteggere i nostri figli e le relazioni familiari nell’era digitale entro a far parte della rete, proprio come te che la stai leggendo.

Solo che ora abbiamo un mezzo in più per difenderci da quest’ultima: possiamo diventare consapevoli, per tornare ad essere padroni e non schiavi del mezzi di comunicazione di massa. Partiamo, allora, dalla lettura di questo libro, magari sfogliando le sue pagine su una bella panchina nel silenzio di un parco.

Piccoli gesti per grandi cambiamenti!

Recensione di Sabrina Rosa

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

La spesa di ottobre: ecco cosa comprare

Il mese di ottobre ci porta il clima, i colori, i sapori e tantissimi prodotti tipici dell’autunno, che aiutano il nostro corpo a prepararci ai primi freddi e a prevenire i malanni stagionali.

Tra le verdure a ottobre troviamo le barbabietole, le bietole, i carciofi, le carote, la lattuga, i cavolfiori, i broccoli, il cavolo cappuccio, i cavolini di Buxelles, il cavolo verza, il radicchio, i ravanelli, il sedano, le cipolle, i fagiolini, i fagioli, i finocchi, la rucola, le patate, le melanzane, i peperoni, l’aglio, i pomodori, i porri, le zucchine, la zucca, il mais, gli spinaci, il sedano rapa, i funghi, ecc.

I funghi sono il tipico prodotto autunnale. Ci sono molte persone che vanno a raccoglierli nei boschi, o la maggior parte delle persone li compra al mercato; con i funghi possiamo preparare tantissimi piatti, dalle zuppe, ai primi, ai contorni, ecc.

CIBO CRUDO

I funghi sono poco calorici, contengono potassio, fosforo, magnesio, selenio, ecc.

La zucca dai tantissimi benefici e può essere impiegata per preparare splendidi piatti, dagli antipasti, ai primi, ai secondi e contorni fino ai dolci.

Tra la frutta di stagione a ottobre troviamo i caki, le castagne, le clementine,  i lamponi, i kiwi, i limoni, le mele, le noci, le pere, i fichi d’india, l’uva, le mandorle, i melograni, le nocciole, ecc.

Il melograno è un potente antiossidante, è anti-infiammatorio, è benefico per la pelle, aiuta a mantenere in salute il cuore, i vasi sanguigni e le ossa. Si possono usare i chicchi di melograno nelle macedonie o nelle insalate, oppure si può ricavarne un succo che è benefico per la pressione sanguigna e il controllo del colesterolo.

Le castagne contengono vitamine: A, B1, B2, B3, B9, B12, C, D, E, K., tantissimi sali minerali: potassio, magnesio, fosforo, rame, zinco, manganese, ecc.

Anche nel mese di ottobre la scelta dei prodotti di stagione da consumare sono tantissimi, non abbiamo che l’imbarazzo della scelta per fare un pieno di gusto e di salute.

Articolo di Assunta Ruscitto

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog


Il Benessere Totale The Spectrum: un programma scientificamente provato di Dean Ornish

E con l’inizio di settembre riprende la nostra rubrica sui libri, sempre seguendo il filone di promozione del benessere olistico, all’interno del quale mente e corpo hanno la stessa energia e la stessa intensità nel farci vivere al meglio.

Questa volta lo facciamo presentandovi un libro, che già dal titolo promette di far proprio al nostro caso. Si tratta del testo Il Benessere Totale The Spectrum: un programma scientificamente provato, il quale ha già venduto tantissime copie e di sicuro non potrà che continuare a farlo.

Autore del volume è il Dott. Dean Ornish, professore universitario a San Francisco, nonché presidente e direttore dell’Istituto di Ricerca sulla Medicina Preventiva di Sausalito, in California.

Il Dott. Ornish all’interno del suo libro parte, dunque, da un presupposto unico ed interessante: non sono i geni a scrivere il nostro destino, ma siamo solo noi a poterlo fare.

Come? Modificando stile di vita, modo di nutrirci e di prenderci cura di noi stessi. In altre parole è vero che il nostro DNA svolge un ruolo importante nella predisposizione di alcune patologie o nell’assunzione di particolari atteggiamenti, ma è altrettanto vero che non è l’unico elemento in grado di tracciare il nostro cammino.

Così, capitolo dopo capitolo, l’autore ci indica come prenderci cura di noi stessi attraverso quattro vie principali:

  • la scelta di un’alimentazione il più possibile sana e naturale
  • l’imparare a riuscire a gestire lo stress tramite yoga e meditazione
  • la pratica di attività fisica
  • il prendersi cura delle relazioni personali e affettive.

Sembrano suggerimenti facili da mettere in pratica, eppure spesso dimentichiamo di farlo. Mangiamo male, ci facciamo travolgere dall’ansia da prestazione, non riusciamo a dormire a causa dello stress accumulato e molto altro ancora. Ed è, invece, proprio a questo livello che dobbiamo intervenire, attivando le nostre energie e risorse mentali e corporee per farlo.

Non è, dunque, così impensabile, né tanto meno impossibile, non riuscire a mettere in pratica queste quattro indicazioni.

Inoltre, sempre nel testo sono presenti anche 90 ricette, proposte al lettore da uno dei più noti cuochi del panorama mondiale, Art Smith, che aiutano, sin da subito, a seguire le indicazioni proposte per avere uno stile di vita più sano.

Ancora una volta, quindi, la salute passa non attraverso farmaci o medici, ma piuttosto tramite un cambiamento di stile di vita, che si faccia prendere maggiormente cura di noi stessi, dei nostri affetti, del nostro fisico e della nostra mente, in altre parole della nostra vita.

Allora perché non provare? Io ho già iniziato a farlo con la lettura di questo libro, voi siete pronti?

Recensione di Sabrina Rosa

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

La spesa di settembre: ecco cosa comprare

Settembre è il mese della ripresa dopo le vacanze e la natura ci offre tanti cibi nutrienti, ricchi di vitamine e antiossidanti che ci aiutano ad affrontare l’autunno con tanta energia.

Tra le verdure a settembre troviamo le barbabietole, le bietole, le carote, la lattuga, il radicchio, i ravanelli, il sedano, le cipolle, i fagiolini, i fagioli, i cetrioli, i finocchi, la rucola, il rabarbaro, le patate, le melanzane, i peperoni, l’aglio, i pomodori, le zucchine, la zucca, il mais, gli spinaci, il sedano rapa, i funghi, ecc.

Il sedano rapa contiene poche calorie, ha proprietà diuretiche e depurative, è indicato in caso di stitichezza, di calcoli renali e di reumatismi. Contiene sali minerali quali magnesio, ferro, potassio, ecc. Del sedano rapa si mangia la radice. Si può consumare sia crudo (in insalate) che cotto per preparare minestre, primi, secondi e contorni gustosi.

Tra la frutta di stagione a settembre troviamo l’anguria, i fichi, i lamponi, le mele, i meloni, i mirtilli, le pere, le more, i fichi d’india, i ribes, le prugne, le pesche, le susine, l’uva, le mandole, i pistacchi, ecc.

I lamponi contengono ferro, vitamina C, proprietà antiossidanti, e sono ottimi alleati contro l’invecchiamento.

L’uva ha proprietà antiossidanti ed è un ottimo aiuto per affrontare lo stress del rientro dalle vacanze. Contiene vitamine A, B1, B2, B2, B6, C, PP, tannini, polifenoli. È indicata in casi di anemia, ipecolesterolemia e stitichezza. Ha proprietà dissetanti e dà tanta energia. Chi soffre di diabete deve limitarne il consumo.

Settembre è anche il periodo delle conserve di verdure, soprattutto i pomodori pelati e la relativa passata, e delle marmellate (qui potete trovare la ricetta della marmellata di uva, ma all’interno del blog ce ne sono tantissime e per ogni gusto).

Articolo di Assunta Ruscitto

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

 


“Il Meglio di Te con il Coaching Scopri il metodo life coaching per dare valore alla tua vita” di Antonella Rizzuto, Alessio Roberti

Prima di partire per le vacanze vi consiglio un libro da mettere in valigia, ancora un testo – se vogliamo – contro corrente e, proprio per questo, imperdibile ed irrinunciabile.

Si tratta del libro Il Meglio di Te con il Coaching Scopri il metodo life coaching per dare valore alla tua vita scritto da due formatori esperti della materia:  Antonella Rizzuto, Alessio Roberti.

Si sente spesso parlare di coaching ultimamente, ma poche persone sanno realmente di cosa si tratta.

Il coaching, esattamente come il counseling, rappresenta una tecnica per affrontare i problemi che la vita di ogni giorno ci pone, lavorando sulle proprie risorse personali, quindi centrandosi sul benessere dell’individuo piuttosto che sui suoi limiti.

Una vera e propria sfida in una società, che, al contrario, tenta sempre di far emergere le nostre difficoltà e poche volte punta, invece, sulle nostre potenzialità.

In questo testo, dunque, gli autori si pongono l’obiettivo di guidare il lettore lungo un proprio percorso interiore, senza dare consigli o soluzioni preconfezionate.

Lo scopo è, infatti, quello di agevolare ciascuno nell’attivazione delle proprie potenzialità, fino a diventare protagonista della propria esistenza e delle proprie scelte.

Apparentemente sembrerebbe una cosa semplice, se non addirittura scontata. Ma fermiamoci un attimo a riflettere. Quante volte nella vita di ogni giorno siamo realmente liberi nelle nostre decisioni. Quante volte riusciamo a non farci influenzare dagli stimoli esterni, dalle pressioni che questa società esercita su di noi?

Ecco che allora Il Meglio di Te con il Coaching Scopri il metodo life coaching per dare valore alla tua vita propone una serie di obiettivi sui quali concentrarsi per realizzare il cambiamento e poi offre anche modalità di applicazione per raggiungerli.

Il testo, suddiviso in capitoli, parte dal qui ed ora di come siamo, per poi procedere con un’identificazione di quali sono i valori, che mettiamo al centro della nostra esistenza, e infine evidenziare quali obiettivi ci vogliamo porre.

Affinché tutto possa essere messo in pratica è necessario lavorare su se stessi, ma anche sul contesto, in cui viviamo, cercando continui stimoli positivi.

Nella società del tutto e subito, delle medicine da assumere non appena compare un qualche sintomo di malessere, probabilmente quest’idea del coaching fa sorridere (o almeno a me capita sempre di sentire qualche battutina, quando faccio formazione proprio su queste tematiche). Ma la realtà è ben diversa!

Riappropriarsi della propria esistenza e sentirsi liberi di scegliere il meglio per noi stessi deve essere il nostro obiettivo principale. Qui gli autori ci offrono una serie di spunti, quindi perché non approfittarne al volo?

 

Lasciate uno spazio in valigia e preparatevi a partire sereni, ricchi di un sostegno in più per affrontare il prossimo autunno…e non solo!

Recensione di Sabrina Rosa

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

La spesa di agosto: ecco cosa comprare

 

Ad agosto la natura ci offre frutta e verdura ricche di acqua e sali minerali che ci aiutano a reintegrare quello che perdiamo sudando.

Tra le verdure ad agosto troviamo le barbabietole, le bietole, le carote, la lattuga, il radicchio, i ravanelli, il sedano, le cipolle, i fagiolini, i fagioli, le fave, i cetrioli, la rucola, l’ortica, il rabarbaro, le patate, le melanzane, i peperoni, l’aglio, i pomodori, le zucchine, il mais, ecc.

I peperoni ed i peperoncini contengono vitamina C, beta carotene, potassio, ferro, magnesio, calcio ed antiossidanti.
CIBO CRUDO

I ravanelli contengono soprattutto acqua, ma anche sali minerali quali calcio, fosforo, ferro, acido folico, vitamine del gruppo B, vitamina C. Hanno proprietà depurative, diuretiche e rilassanti.

Tra la frutta di stagione ad agosto troviamo le albicocche, l’anguria, i fichi, i lamponi, le mele, i meloni, i mirtilli, le pere, le more, i fichi d’india, i ribes, le prugne, le pesche, le susine, l’uva, ecc.

L’anguria contiene circa il novanta percento di acqua, pochissime calorie e proprietà antiossidanti. L’anguria si presta a tantissime ricette gustose (come questa torta) e dissetanti, compresi anche ottimi centrifugati.

I fichi sono ricchi di sali minerali quali potassio, ferro, vitamina A, B, C, E, K,  betacarotene, zeaxantina, luteina ecc.

Questi frutti hanno proprietà lassative grazie alle tante fibre contenute. Le persone che hanno il diabete dovrebbero consumarli con parsimonia.

Sia se stiamo in città o in vacanza al mare o in montagna non c’è che l’imbarazzo della scelta tra la verdura e la frutta di tutti i colori per nutrirci e mantenerci in salute.

Articolo di Assunta Ruscitto

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Affetta Verdure Girevole 3 in 1
Taglia frutta e verdura in spaghetti e spirali
€ 24,90

la spesa di luglio: ecco cosa comprare

Col mese di luglio siamo nel pieno dell’estate, sui banchi dei mercati l’esplosione di colori della frutta e delle verdure è al massimo. Per mantenerci in salute in questo periodo abbiamo l’imbarazzo della scelta.

Tra le verdure a luglio troviamo le barbabietole, le bietole, le carote, la lattuga, il radicchio, i ravanelli, il sedano, gli asparagi, le cipolle, i piselli, i fagiolini, i fagioli, le fave, i cetrioli, la rucola, l’ortica, il rabarbaro, le patate novelle, le melanzane, i peperoni, l’aglio, i pomodori, le zucchine, ecc.

La lattuga, nelle sue diverse varietà (cappuccina, riccia, romana, ecc.) è composta per circa il novantacinque per cento di acqua ed ha un basso contenuto calorico. Contiene provitamina A, vitamine C, B1, B2, B3, B6, acido folico, potassio, calcio, fosforo, sodio e ferro. È rinfrescante, depurativa e sedativa.

I pomodori contengono circa il novantaquattro percento di acqua, proteine, calcio, fosforo, magnesio, vitamine A, B1, B2, B3, B5, B, E, K, licopene, luteina e zeaxantina.

Tra le proprietà benefiche dei pomodori: sono antiossidanti e diuretici, riducono la pressione arteriosa e sono antitumorali.

Tra la frutta di stagione a luglio troviamo le albicocche, l’anguria, le ciliegie, i fichi, i lamponi, le fragole, i meloni, i mirtilli, le prugne, le pesche, le susine, l’uva, ecc.

I meloni contengono circa il novanta percento di acqua, per questo prevengono la disidratazione, sono rinfrescanti e diuretici.

Contengono ferro, calcio, fosforo, potassio e magnesio, vitamine A, C, B3 e betacaroteni. Per questo rinfrescano l’apparato digerente, migliorano la circolazione sanguigna e aiutano a mantenere in salute le ossa e la pelle.

I mirtilli crescono nelle zone montane. I mirtilli neri sono un prezioso alleato nella funzionalità dei vasi sanguigni.

Contengono vitamine A, B, C, sali minerali, mirtillina e anticiamine che possono ritardare le degenerazioni maculari, la cataratta o altre malattie della retina.

Hanno proprietà antiossidanti. I mirtilli rossi sono utili nella prevenzione e nella cura di cistiti, micosi e virus. Sono ottimi per preparare marmellate.

Non c’è che l’imbarazzo della scelta fra le tantissime verdure e la colorata frutta per fare un pieno di gusto e di salute.

Articolo di Assunta Ruscitto

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Estraggo Pro - Estrattore
Estrattore di succo da frutta e verdura – BPA Free – 60 giri al minuto – Puoi inserire la frutta e la verdura intera!
€ 469,00

 

“Metodo N.A.E.T. – Dì Addio alle Tue Allergie!” di Devi Nambudripad

Alzi la mano chi non è allergico a qualcosa. polveri, pollini, muffe, cibi particolari, frutta, saponi, detergenti e chi più ne ha più ne metta.

Quanti siete? Immagino pochi. Io, in primis, sono tra quelli che le mani le tiene giù  o, al limite, le alza entrambe in segno di resa incondizionata di fronte agli allergeni.

Allergica praticamente da sempre, ogni anno la situazione sembra solo peggiorare egli antistaminici appaiono, con il passare del tempo, sempre più labili ed impotenti.

Ora, mi domando, possibile che non ci sia realmente nulla da fare? Qualcuno suggerisce che – al limite – si prende del cortisone e via!

Ma no, non può essere questa la soluzione, anche perché si tratta di farmaci potenti, che hanno altrettante deleteri effetti collaterali.

Ecco allora che – curiosa come sempre – ho fatto delle ricerche e mi sono imbattuta in questo libro scritto da Devi Nambudripad intitolato Metodo N.A.E.T. – Dì Addio alle Tue Allergie!

Già la semplice parola addio a qualcosa che da anni mi costringe a girare per alcuni mesi con collirio, fazzoletti a chili e farmaci in tasca mi è sembrata una manna piovuta dal cielo. Quindi non mi è rimasto che approfondire.

La Dott.ssa Devi Nambudripad suggerisce, dunque, l’applicazione del metodo N.A.E.T. (che sta Tecnica di Nambudripad per l’Eliminazione delle Allergie) per far sparire in maniera definitiva la nostra risposta ipereccitata alla presenza di una sostanza allergizzante.

Si tratta di una tecnica non invasiva e totalmente naturale, la quale – ancora una volta – ricorre alla sinergia di azione tra mente e corpo, quale risorsa a disposizione di ciascun individuo per riuscire a divenire maggiormente tollerante nei confronti del mondo esterno.

L’assunto di base è che, proprio a causa dei repentini mutamenti che il nostro pianeta ci propone (sempre a causa dell’uomo, ma qui si aprirebbe un altro discorso troppo lungo da fare!) il nostro organismo abbia subito un forte stress, per cui non è riuscito ad adattarsi, ma, anzi, ha sviluppato delle risposte esagerate, tradotte in allergie.

Nel testo, dunque, viene illustrato il modo per identificare le proprie allergie, così da poterle poi contrastare facendo ricorso a  agopuntura/digitopressione,chinesiologia,  dietologia, nonché una particolare procedura di manipolazione spinale che deriva direttamente dalla chiropratica.

Insomma, partendo dalle risorse individuali, con l’aiuto di tecniche esterne, si possono contrastare realmente le nostre allergie. Questa è la cosa fondamentale da ricordarsi.

Forse qualcuno sarà scettico di fronte a tale possibilità, anche perché ci hanno sempre indottrinati all’impiego di farmaci, così come la medicina allopatica prevede.

Ma spesso la soluzione è nella nostra mente, anzi nella collaborazione tra quest’ultima e il corpo, un binomio eccezionale.

Io intanto proverò, vediamo un pò cosa ne uscirà.

Recensione di Sabrina Rosa

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/lecronacheanimali

 

“Acque Aromatizzate Per vivere in ottima salute con le acque naturali e fatte in casa” di Francesca Più

Sul sito Il Giardino dei Libri si trovano testi unici per chi ama vivere in modo alternativo, lontano dagli schemi dogmatici della medicina tradizionale e del trantran quotidiano, a cui la società moderna ci obbliga.

Questa volta, quindi, ho scorto un titolo davvero interessante, che voglio immediatamente condividere con tutti voi.

Si tratta del libro Acque Aromatizzate Per vivere in ottima salute con le acque naturali e fatte in casa di Francesca Più, blogger e cuoca vegan e crudista, particolarmente attenta alla salute quale risultanza di un benessere olistico, che passa anche dall’acqua.

Tutti noi conosciamo i benefici che l’acqua apporta al nostro organismo, dal momento che siamo fatti in massima parte di liquidi e solo per una piccola percentuale di materia solida.

Nel testo, però, l’autrice concentra il focus della sua attenzione anche sul dare indicazione sulle modalità di assunzione dell’acqua e sui giusti quantitativi da assumerne.

Mai come in questo periodo dell’anno, quando le temperature sfiorano i trenta gradi – se non oltre -, il problema del bere in maniera corretta torna a farsi attuale. Soprattutto bambini ed anziani sono i soggetti più interessati, perché avvertono poco lo stimolo della sete, ma non solo loro gli unici.

Infatti non tutti sono abituati ad assumere acqua; molti diventano pigri di fronte alla bottiglia e così trascurano quest’aspetto fondamentale della vita.

Ecco che allora Francesca Più suggerisce alcune ricette per preparare delle acque aromatizzate, utilizzando della frutta e della verdura; acque che, oltre ai vantaggi dell’idratazione, presentano anche quelli dell’assunzione di vitamine e sali minerai presenti all’interno di queste ultime.

Esistono tante tecniche per fare in casa un’acqua aromatizzata e nel testo sono tutte spiegate. Si può scegliere tra l’ammollo, il setaccio o anche la schiacciata, basta solo provare per decidere quale sia il metodo che ci si addice maggiormente.

Inoltre, si può spaziare tra molteplici varietà di frutta, di verdura, di spezie, di supercibi o di erbe aromatiche, creando anche dei mix dal gusto unico e speciale, che possa aiutare ad idratarci con meno fatica.

Penso, quindi, che bisogna trovare ancora una volta uno spazio nella nostra libreria in casa e mettervi anche questo libro, Acque Aromatizzate Per vivere in ottima salute con le acque naturali e fatte in casa , perché offre suggerimenti indispensabili per preservare la nostra salute.

Credendo fermamente nel benessere mente – corpo, sono sempre più affascinata dai molteplici ritrovati naturali di cui possiamo avvalerci senza ricorrere a farmaci o ad altre sostanze chimiche.

La natura ci offre tutte le risposte alle nostre problematiche, basta solo saperle cogliere e farle nostre.

Se poi ci permette di farlo anche con gusto, perché non provare?

Recensione di Sabrina Rosa

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/lecronacheanimali