Archivi tag: benessere

“Il Meglio di Te con il Coaching Scopri il metodo life coaching per dare valore alla tua vita” di Antonella Rizzuto, Alessio Roberti

Prima di partire per le vacanze vi consiglio un libro da mettere in valigia, ancora un testo – se vogliamo – contro corrente e, proprio per questo, imperdibile ed irrinunciabile.

Si tratta del libro Il Meglio di Te con il Coaching Scopri il metodo life coaching per dare valore alla tua vita scritto da due formatori esperti della materia:  Antonella Rizzuto, Alessio Roberti.

Si sente spesso parlare di coaching ultimamente, ma poche persone sanno realmente di cosa si tratta.

Il coaching, esattamente come il counseling, rappresenta una tecnica per affrontare i problemi che la vita di ogni giorno ci pone, lavorando sulle proprie risorse personali, quindi centrandosi sul benessere dell’individuo piuttosto che sui suoi limiti.

Una vera e propria sfida in una società, che, al contrario, tenta sempre di far emergere le nostre difficoltà e poche volte punta, invece, sulle nostre potenzialità.

In questo testo, dunque, gli autori si pongono l’obiettivo di guidare il lettore lungo un proprio percorso interiore, senza dare consigli o soluzioni preconfezionate.

Lo scopo è, infatti, quello di agevolare ciascuno nell’attivazione delle proprie potenzialità, fino a diventare protagonista della propria esistenza e delle proprie scelte.

Apparentemente sembrerebbe una cosa semplice, se non addirittura scontata. Ma fermiamoci un attimo a riflettere. Quante volte nella vita di ogni giorno siamo realmente liberi nelle nostre decisioni. Quante volte riusciamo a non farci influenzare dagli stimoli esterni, dalle pressioni che questa società esercita su di noi?

Ecco che allora Il Meglio di Te con il Coaching Scopri il metodo life coaching per dare valore alla tua vita propone una serie di obiettivi sui quali concentrarsi per realizzare il cambiamento e poi offre anche modalità di applicazione per raggiungerli.

Il testo, suddiviso in capitoli, parte dal qui ed ora di come siamo, per poi procedere con un’identificazione di quali sono i valori, che mettiamo al centro della nostra esistenza, e infine evidenziare quali obiettivi ci vogliamo porre.

Affinché tutto possa essere messo in pratica è necessario lavorare su se stessi, ma anche sul contesto, in cui viviamo, cercando continui stimoli positivi.

Nella società del tutto e subito, delle medicine da assumere non appena compare un qualche sintomo di malessere, probabilmente quest’idea del coaching fa sorridere (o almeno a me capita sempre di sentire qualche battutina, quando faccio formazione proprio su queste tematiche). Ma la realtà è ben diversa!

Riappropriarsi della propria esistenza e sentirsi liberi di scegliere il meglio per noi stessi deve essere il nostro obiettivo principale. Qui gli autori ci offrono una serie di spunti, quindi perché non approfittarne al volo?

 

Lasciate uno spazio in valigia e preparatevi a partire sereni, ricchi di un sostegno in più per affrontare il prossimo autunno…e non solo!

Recensione di Sabrina Rosa

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

La spesa di agosto: ecco cosa comprare

 

Ad agosto la natura ci offre frutta e verdura ricche di acqua e sali minerali che ci aiutano a reintegrare quello che perdiamo sudando.

Tra le verdure ad agosto troviamo le barbabietole, le bietole, le carote, la lattuga, il radicchio, i ravanelli, il sedano, le cipolle, i fagiolini, i fagioli, le fave, i cetrioli, la rucola, l’ortica, il rabarbaro, le patate, le melanzane, i peperoni, l’aglio, i pomodori, le zucchine, il mais, ecc.

I peperoni ed i peperoncini contengono vitamina C, beta carotene, potassio, ferro, magnesio, calcio ed antiossidanti.
CIBO CRUDO

I ravanelli contengono soprattutto acqua, ma anche sali minerali quali calcio, fosforo, ferro, acido folico, vitamine del gruppo B, vitamina C. Hanno proprietà depurative, diuretiche e rilassanti.

Tra la frutta di stagione ad agosto troviamo le albicocche, l’anguria, i fichi, i lamponi, le mele, i meloni, i mirtilli, le pere, le more, i fichi d’india, i ribes, le prugne, le pesche, le susine, l’uva, ecc.

L’anguria contiene circa il novanta percento di acqua, pochissime calorie e proprietà antiossidanti. L’anguria si presta a tantissime ricette gustose (come questa torta) e dissetanti, compresi anche ottimi centrifugati.

I fichi sono ricchi di sali minerali quali potassio, ferro, vitamina A, B, C, E, K,  betacarotene, zeaxantina, luteina ecc.

Questi frutti hanno proprietà lassative grazie alle tante fibre contenute. Le persone che hanno il diabete dovrebbero consumarli con parsimonia.

Sia se stiamo in città o in vacanza al mare o in montagna non c’è che l’imbarazzo della scelta tra la verdura e la frutta di tutti i colori per nutrirci e mantenerci in salute.

Articolo di Assunta Ruscitto

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Affetta Verdure Girevole 3 in 1
Taglia frutta e verdura in spaghetti e spirali
€ 24,90

la spesa di luglio: ecco cosa comprare

Col mese di luglio siamo nel pieno dell’estate, sui banchi dei mercati l’esplosione di colori della frutta e delle verdure è al massimo. Per mantenerci in salute in questo periodo abbiamo l’imbarazzo della scelta.

Tra le verdure a luglio troviamo le barbabietole, le bietole, le carote, la lattuga, il radicchio, i ravanelli, il sedano, gli asparagi, le cipolle, i piselli, i fagiolini, i fagioli, le fave, i cetrioli, la rucola, l’ortica, il rabarbaro, le patate novelle, le melanzane, i peperoni, l’aglio, i pomodori, le zucchine, ecc.

La lattuga, nelle sue diverse varietà (cappuccina, riccia, romana, ecc.) è composta per circa il novantacinque per cento di acqua ed ha un basso contenuto calorico. Contiene provitamina A, vitamine C, B1, B2, B3, B6, acido folico, potassio, calcio, fosforo, sodio e ferro. È rinfrescante, depurativa e sedativa.

I pomodori contengono circa il novantaquattro percento di acqua, proteine, calcio, fosforo, magnesio, vitamine A, B1, B2, B3, B5, B, E, K, licopene, luteina e zeaxantina.

Tra le proprietà benefiche dei pomodori: sono antiossidanti e diuretici, riducono la pressione arteriosa e sono antitumorali.

Tra la frutta di stagione a luglio troviamo le albicocche, l’anguria, le ciliegie, i fichi, i lamponi, le fragole, i meloni, i mirtilli, le prugne, le pesche, le susine, l’uva, ecc.

I meloni contengono circa il novanta percento di acqua, per questo prevengono la disidratazione, sono rinfrescanti e diuretici.

Contengono ferro, calcio, fosforo, potassio e magnesio, vitamine A, C, B3 e betacaroteni. Per questo rinfrescano l’apparato digerente, migliorano la circolazione sanguigna e aiutano a mantenere in salute le ossa e la pelle.

I mirtilli crescono nelle zone montane. I mirtilli neri sono un prezioso alleato nella funzionalità dei vasi sanguigni.

Contengono vitamine A, B, C, sali minerali, mirtillina e anticiamine che possono ritardare le degenerazioni maculari, la cataratta o altre malattie della retina.

Hanno proprietà antiossidanti. I mirtilli rossi sono utili nella prevenzione e nella cura di cistiti, micosi e virus. Sono ottimi per preparare marmellate.

Non c’è che l’imbarazzo della scelta fra le tantissime verdure e la colorata frutta per fare un pieno di gusto e di salute.

Articolo di Assunta Ruscitto

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Estraggo Pro - Estrattore
Estrattore di succo da frutta e verdura – BPA Free – 60 giri al minuto – Puoi inserire la frutta e la verdura intera!
€ 469,00

 

“Metodo N.A.E.T. – Dì Addio alle Tue Allergie!” di Devi Nambudripad

Alzi la mano chi non è allergico a qualcosa. polveri, pollini, muffe, cibi particolari, frutta, saponi, detergenti e chi più ne ha più ne metta.

Quanti siete? Immagino pochi. Io, in primis, sono tra quelli che le mani le tiene giù  o, al limite, le alza entrambe in segno di resa incondizionata di fronte agli allergeni.

Allergica praticamente da sempre, ogni anno la situazione sembra solo peggiorare egli antistaminici appaiono, con il passare del tempo, sempre più labili ed impotenti.

Ora, mi domando, possibile che non ci sia realmente nulla da fare? Qualcuno suggerisce che – al limite – si prende del cortisone e via!

Ma no, non può essere questa la soluzione, anche perché si tratta di farmaci potenti, che hanno altrettante deleteri effetti collaterali.

Ecco allora che – curiosa come sempre – ho fatto delle ricerche e mi sono imbattuta in questo libro scritto da Devi Nambudripad intitolato Metodo N.A.E.T. – Dì Addio alle Tue Allergie!

Già la semplice parola addio a qualcosa che da anni mi costringe a girare per alcuni mesi con collirio, fazzoletti a chili e farmaci in tasca mi è sembrata una manna piovuta dal cielo. Quindi non mi è rimasto che approfondire.

La Dott.ssa Devi Nambudripad suggerisce, dunque, l’applicazione del metodo N.A.E.T. (che sta Tecnica di Nambudripad per l’Eliminazione delle Allergie) per far sparire in maniera definitiva la nostra risposta ipereccitata alla presenza di una sostanza allergizzante.

Si tratta di una tecnica non invasiva e totalmente naturale, la quale – ancora una volta – ricorre alla sinergia di azione tra mente e corpo, quale risorsa a disposizione di ciascun individuo per riuscire a divenire maggiormente tollerante nei confronti del mondo esterno.

L’assunto di base è che, proprio a causa dei repentini mutamenti che il nostro pianeta ci propone (sempre a causa dell’uomo, ma qui si aprirebbe un altro discorso troppo lungo da fare!) il nostro organismo abbia subito un forte stress, per cui non è riuscito ad adattarsi, ma, anzi, ha sviluppato delle risposte esagerate, tradotte in allergie.

Nel testo, dunque, viene illustrato il modo per identificare le proprie allergie, così da poterle poi contrastare facendo ricorso a  agopuntura/digitopressione,chinesiologia,  dietologia, nonché una particolare procedura di manipolazione spinale che deriva direttamente dalla chiropratica.

Insomma, partendo dalle risorse individuali, con l’aiuto di tecniche esterne, si possono contrastare realmente le nostre allergie. Questa è la cosa fondamentale da ricordarsi.

Forse qualcuno sarà scettico di fronte a tale possibilità, anche perché ci hanno sempre indottrinati all’impiego di farmaci, così come la medicina allopatica prevede.

Ma spesso la soluzione è nella nostra mente, anzi nella collaborazione tra quest’ultima e il corpo, un binomio eccezionale.

Io intanto proverò, vediamo un pò cosa ne uscirà.

Recensione di Sabrina Rosa

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/lecronacheanimali

 

“Acque Aromatizzate Per vivere in ottima salute con le acque naturali e fatte in casa” di Francesca Più

Sul sito Il Giardino dei Libri si trovano testi unici per chi ama vivere in modo alternativo, lontano dagli schemi dogmatici della medicina tradizionale e del trantran quotidiano, a cui la società moderna ci obbliga.

Questa volta, quindi, ho scorto un titolo davvero interessante, che voglio immediatamente condividere con tutti voi.

Si tratta del libro Acque Aromatizzate Per vivere in ottima salute con le acque naturali e fatte in casa di Francesca Più, blogger e cuoca vegan e crudista, particolarmente attenta alla salute quale risultanza di un benessere olistico, che passa anche dall’acqua.

Tutti noi conosciamo i benefici che l’acqua apporta al nostro organismo, dal momento che siamo fatti in massima parte di liquidi e solo per una piccola percentuale di materia solida.

Nel testo, però, l’autrice concentra il focus della sua attenzione anche sul dare indicazione sulle modalità di assunzione dell’acqua e sui giusti quantitativi da assumerne.

Mai come in questo periodo dell’anno, quando le temperature sfiorano i trenta gradi – se non oltre -, il problema del bere in maniera corretta torna a farsi attuale. Soprattutto bambini ed anziani sono i soggetti più interessati, perché avvertono poco lo stimolo della sete, ma non solo loro gli unici.

Infatti non tutti sono abituati ad assumere acqua; molti diventano pigri di fronte alla bottiglia e così trascurano quest’aspetto fondamentale della vita.

Ecco che allora Francesca Più suggerisce alcune ricette per preparare delle acque aromatizzate, utilizzando della frutta e della verdura; acque che, oltre ai vantaggi dell’idratazione, presentano anche quelli dell’assunzione di vitamine e sali minerai presenti all’interno di queste ultime.

Esistono tante tecniche per fare in casa un’acqua aromatizzata e nel testo sono tutte spiegate. Si può scegliere tra l’ammollo, il setaccio o anche la schiacciata, basta solo provare per decidere quale sia il metodo che ci si addice maggiormente.

Inoltre, si può spaziare tra molteplici varietà di frutta, di verdura, di spezie, di supercibi o di erbe aromatiche, creando anche dei mix dal gusto unico e speciale, che possa aiutare ad idratarci con meno fatica.

Penso, quindi, che bisogna trovare ancora una volta uno spazio nella nostra libreria in casa e mettervi anche questo libro, Acque Aromatizzate Per vivere in ottima salute con le acque naturali e fatte in casa , perché offre suggerimenti indispensabili per preservare la nostra salute.

Credendo fermamente nel benessere mente – corpo, sono sempre più affascinata dai molteplici ritrovati naturali di cui possiamo avvalerci senza ricorrere a farmaci o ad altre sostanze chimiche.

La natura ci offre tutte le risposte alle nostre problematiche, basta solo saperle cogliere e farle nostre.

Se poi ci permette di farlo anche con gusto, perché non provare?

Recensione di Sabrina Rosa

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/lecronacheanimali

“Allergie nei Cani e nei Gatti Cause, sintomi, prevenzione, rimedi naturali ed esperienze di guarigione” di Maria Cuteri

Si riparte di lunedì con una nuova recensione di un testo, che a me personalmente, ha subito catturato l’attenzione.

Sarà che adoro gli animali, sarà anche che ho in casa due gatti che soffrono di allergie differenti, in ogni caso il titolo mi ha immediatamente catturata.

Se vi state chiedendo di cosa io stia parlando, vi dico immediatamente che si tratta del libro Allergie nei Cani e nei Gatti. Cause, sintomi, prevenzione, rimedi naturali ed esperienze di guarigione della Dott.ssa Maria Cuteri, medico veterinario che usa metodi di cura alternativi alla medicina tradizionale.

Un testo completo, che non solo fornisce una descrizione del funzionamento di alcuni apparati, coinvolti in prima linea nell’insorgenza di alcune allergie (apparato nervoso, gastroenterico, respiratorio), ma spiega anche alcune tematiche che chiunque deve affrontare quando vive con un animale.

Tra queste ultime. ad esempio ci sono le vaccinazioni o l’alimentazione o, ancora, l’influenza diretta che l’ambiente esercita sull’attivazione del sistema immunitario dei nostri amici a quattro zampe, come anche sul nostro.

I linguaggio utilizzato è semplice e chiaro, alla portata anche del lettore digiuno di conoscenze di medicina veterinaria.

Inoltre, viene anche descritta la risonanza, quale metodo diagnostico impiegato in maniera elettiva per identificare ed affrontare le allergie.

In effetti vivere con un pet che soffre di una qualsiasi forma allergica non è un affare semplice.

Io ho ben due mici allergici: uno soffre di dermatite atopica e l’altro di allergie alimentari. Comprenderne le cause non è stato finora possibile e, soprattutto, affrontarle in maniera efficace ha richiesto moltissimo tempo.

Un pò perché i nostri piccoli amici a quattro zampe non parlano, per cui serve molta attenzione da parte di noi proprietari per comprendere cosa stia loro succedendo. E poi perché non esistono ancora tanti medici veterinari specializzati in questo settore , per cui si ricorre a farmaci ad ampio spettro d’azione – come il cortisone – con tutte le conseguenze nefaste che si conoscono più che bene.

Di particolare incisività anche la connessione che la  Dott.ssa Maria Cuteri,fa tra animali allergici e umani allergici, che vivono insieme.

Non a caso anche io soffro di varie allergie, per cui l’argomento mi ha aiutato a riflettere su diversi aspetti di quanto accade in casa mia, soprattutto nel periodo primavera – estate, quando tra starnuti, eritemi e pruriti siamo  un pò tutti sulla stessa barca.

Come sempre, quindi, credo che avere su uno scaffale della propria biblioteca personale in casa il testo Allergie nei Cani e nei Gatti. Cause, sintomi, prevenzione, rimedi naturali ed esperienze di guarigione sia indispensabile non sono per chi ha un pet, ma anche per chi magari ruota attorno a questo mondo a diverso titolo (volontariato, medicina veterinaria, studiosi, ecc…).

Io lo metto anche in valigia…meglio portarlo con sè quando si ha più tempo per leggerlo e, soprattutto, per scoprire ancora una volta cose nuove e che, ormai, visto l’aumentare progressivo delle allergie, riguardano tutti noi.

Recensione di Sabrina Rosa

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/lecronacheanimali

 

“The pH Balance – Guida e Dieta per la Salute. Soluzioni pratiche, gestione della dieta + 175 ricette” di Fraser Smith, Susan Hannah e Daniel Richardson


Riprendiamo la nostra consueta rubrica sulla recensione dei  libri, presentandovi quest’interessante testo intitolato The pH Balance – Guida e Dieta per la Salute. Soluzioni pratiche, gestione della dieta + 175 ricette e scritto da Fraser SmithSusan HannahDaniel Richardson.

Continuiamo, quindi, a seguire la logica di questo blog che esistono tantissimi modi per prenderci cura di noi stessi, che nulla hanno a che fare con le indicazioni della medicina tradizionale, perché sono modi che puntano sulla prevenzione piuttosto che sulla cura. Ecco perché sono fondamentali da seguire!

La tematica affrontata nel libro propostovi è quella inerente l’importanza di assumere cibi con un pH intorno a 7,4, in modo tale da preservare la salute del nostro intestino e, di conseguenza, anche quella del nostro organismo in generale.

Gli autori, pertanto, propongono un programma alimentare, da svilupparli nell’arco di quattro settimane, grazie al quale è possibile ripristinare il corretto equilibrio tra acido e basico, scegliendo tra alimenti che tendo maggiormente verso il pH acido e quelli che, al contrario, si spostano verso uno basico.

Probabilmente detta così sembra una cosa complicatissima, ma in realtà non lo è perché, sempre nel testo, ci sono anche le ricette da seguire per poter conseguire tale obiettivo. Si spazia dalle salse alle zuppe, alle insalate e ai piatti vegetariani e non, così da riuscire a creare una dieta completa indispensabile per mantenersi in buona salute.

Tutto ciò dopo una prima parte del libro dedicata, invece, ad illustrare di cosa parliamo quando ci riferiamo al pH, quali sono le più importanti patologie a carico del nostro apparato gastro-intestinale e quali sono anche gli stili di vita da adottare per vivere in condizioni migliori.

Gi autori del testo The pH Balance – Guida e Dieta per la Salute. Soluzioni pratiche, gestione della dieta + 175 ricette  sono due medici, il Dott. Fraser Smith e il Dott. Daniel Richardson, e una ricercatrice, Susan Hannah, che hanno messo insieme le loro esperienze per questo volume che andrebbe letto da tutti, se non altro per avere un’ulteriore opzione di scelta alla propria alimentazione.

La salute passa dalla tavola, come ormai noi tutti ben sappiamo. Se, dunque, è vero che siamo ciò che mangiamo, dobbiamo imparare a mangiare sano e con criterio, così da non dover ricorrere a farmaci o ad altro per continue patologie.

La dieta basata sul bilanciamento del pH da noi non è ancora così conosciuta, quindi magari leggere per la prima volta che è possibile controllare questo fattore proprio attraverso la scelta dei cibi può lasciare qualche perplessità, ma pagina dopo pagina i dubbi svaniranno e si apriranno solo nuove certezze.

Recensione di Sabrina Rosa

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

La spesa di giugno: ecco cosa comprare

Col mese di giugno inizia l’estate, la natura ci offre frutta e verdura che ci aiuta ad affrontare il caldo con prodotti che contengono vitamine, sali minerali, acqua, ecc. che ci aiutano a mantenere il corpo idratato.

Tra le verdure a giugno troviamo le bietole, le carote, la cicoria, i finocchi, l’insalata, il radicchio, i ravanelli, il sedano, gli asparagi, le barbabietole, le cipolle, l’erba cipollina, i piselli, i fagiolini, i fagioli, le fave, i cetrioli, la rucola, l’ortica, il rabarbaro, le patate novelle, le melanzane, i peperoni, l’aglio, i pomodori, le zucchine, ecc.

Le zucchine si utilizzano in tante ricette, dagli antipasti, ai primi, ai secondi e contorni. Contengono acqua, potassio, vitamina A, C, carotenoidi. Hanno proprietà antitumorali.

I fagiolini hanno proprietà più simili agli ortaggi che non ai fagioli. Contengono sali minerali, potassio, vitamina A e fibre.

Tra la frutta di stagione a giugno troviamo le albicocche, l’anguria, le ciliegie, i pompelmi, le  pere, le fragole, i lamponi, i meloni, i mirtilli, le nespole, le pesche, le susine, ecc.

Le albicocche contengono vitamina A, B, C, PP, magnesio, potassio, calcio, ferro. Sono consigliate a chi soffre di anemia. Tra le sostanze con proprietà antiossidanti troviamo quercetina, epicatechine, acido caffeico, zeazantina, ecc.

Le pesche sono diuretiche, lassative e depurative. Grazie alla presenza di  vitamina A, B, C, E e K, il consumo delle pesche aiuta a migliorare la vista, a fortificare il sistema immunitario, a combattere le cellule tumorali. Contengono potassio, che è utile per prevenire l’ipertensione.

Non c’è che l’imbarazzo della scelta fra le tantissime verdure e la colorata frutta per fare un pieno di gusto e di salute.

Articolo di Assunta Ruscitto

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

I benefici dei germogli

I germogli sono considerati “cibo vivo” in quanto contengono sostanze nutritive essenziali e possono anche essere ritenuti un vero e proprio alimento terapeutico.

Sono ricchi di enzimi, vitamine, oligoelementi, aminoacidi essenziali.

Sono facilmente digeribili e si prestano ad essere consumati crudi, ma possono essere utilizzati per tantissime ricette: insalate, primi, contorni insieme a tante altre verdure, ma anche come dessert insieme a diversi frutti, ecc.

I germogli erano conosciuti anche nei tempi antichi: se ne trovano le tracce nel “Grande erbario della Medicina Cinese” di circa duemilacinquecento anni fa, in cui si parla delle proprietà dei germogli di soia, consigliati in caso di problemi polmonari o digestivi.

Il processo di germinazione attiva e rivitalizza il germe o l’embrione. Durante la germinazione si verificano importanti modifiche nella composizione biochimica e nella struttura del chicco: le sostanze di riserva del tessuto nutritivo sono assorbite dall’embrione che cresce fuori dal seme e si trasforma in un “germoglio”.

I semi ed i germogli contengono carboidrati, che si trasformano in zuccheri semplici che sono perciò assimilati facilmente. Le vitamine (che aumentano anche tre volte rispetto ai semi) e gli oligoelementi presenti nei germogli sono  facilmente assimilabili.

I germogli si possono fare anche a casa, ma sarà bene scegliere i semi biologici. Si possono utilizzare tantissimi semi: avena, soia, lenticchie, grano, grano saraceno, ceci, fagioli, ecc.

Come fare i germogli in casa

Per fare i germogli sciacquare i semi per eliminare polvere ed impurità. Mettere i semi in un largo barattolo o vaso di vetro, grande abbastanza da far circolare l’aria e permettere ai semi di aumentare tre, quattro volte. Versare l’acqua  fino a superare i semi, chiudere il recipiente con una garza.

Mettere il recipiente al buio a una temperatura da 15 a 25 °C e lasciarlo per sei-dodici ore. Il tempo varia a seconda della grandezza dei semi e della temperatura: i semi più piccoli e le alte temperature accorciano i tempi.

Passato il tempo scolare l’acqua, sciacquare i semi e tenerli sempre umidi, ma non in ammollo. Sciacquare i semi due volte al giorno per due, tre giorni, poi una volta al giorno. Tenere sempre i semi al buio. Proseguire fino a quando i germogli non arrivano a tre, quattro centimetri.

I germogli ottenuti possono essere conservati in frigo per circa una settimana.

Germoglio - Germogliatore automatico
Germogli in soli 3-5 giorni – BPA FREE

€ 149,00

I germogli contengono zuccheri allo stato semplice che sono metabolizzabili  e utilizzabili immediatamente. Sono alimenti altamente energetici ma non avendo grassi complessi l’apporto calorico di cento grammi di germogli si aggira sulle quarantacinque kcal.

I germogli contengono proteine vegetali che permettono di immettere le proteine necessarie quotidianamente, senza associarci i grassi come avviene mangiando proteine di origine animale.

Contengono tutte le vitamine del gruppo A, B, C. Sono un ottimo ed economico integratore naturale.

I sali minerali presenti nei germogli sono tantissimi: sodio, ferro, fosforo, potassio, calcio, ecc.

I germogli contengono anche clorofilla, una sostanza vegetale simile all’emoglobina, che è utilissima in caso di anemia; contribuisce a rigenerare il sangue, il fegato, a migliorare l’ossigenazione e ad aumentare le difese immunitarie.

Gli enzimi vivi e vitali che troviamo nei germogli, utili per digerire i carboidrati, i grassi e le proteine, vengono assimilati senza dispendi di forza ed energia.

Ci forniscono fibre indispensabili che facilitano la digestione e la mobilità intestinale.

Sono utilissimi:

  • per rivitalizzare il corpo in caso di debolezza, stanchezza, convalescenze, ecc.
  • per rafforzare il sistema immunitario;
  • per depurare il corpo;
  • per ossigenare e migliorare il funzionamento di fegato, reni, polmoni, ecc.;
  • per ringiovanire i tessuti poiché combattono i radicali liberi;
  • per regolare la pressione sanguigna grazie al potassio contenuto;
  • per alcalinizzare il corpo e quindi avere una protezione dalle malattie che trovano terreno fertile in casi di eccessiva acidificazione.

Di seguito le caratteristiche dei diversi tipi di germogli:

  • germogli di avena: indicati per chi ha difficoltà a digerire e chi ha disturbi polmonari, depurano e rinforzano il corpo;
  • germogli di ceci: decongestionano il fegato e i reni e facilitano la digestione;
  • germogli di fagioli: ricchi di proteine e nutrienti, benefici per il fegato, eliminano gli intasamenti di bilirubina, fanno benissimo ai polmoni e aiutano a frantumare i calcoli;
  • germogli di grano: ricchi di proteine, minerali, enzimi, antiossidanti e vitamine. Se usati regolarmente ringiovaniscono, depurano e alcalinizzano il nostro corpo;
  • germogli di grano saraceno: ricchi di proteine complete e facilmente digeribili. Forniscono fosforo, ferro, calcio, zinco, manganese, rame, vitamine B, P, PP e E. Indicati per rafforzare il cuore ed i vasi sanguigni;
  • germogli di lenticchie: fonte di proteine digeribili che forniscono microelementi utili al nostro organismo;
  • germogli di soia: sono adatti alle persone che fanno lavori pesanti o per gli atleti.

Articolo di Assunta Ruscitto

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Tisana alle erbe antiritenzione

Ingredienti per 1 persona

  • 1 cucchiaio di bardana taglio tisana
  • 1 cucchiaino di semi di finocchio
  • 1 cucchiaino di equiseto
  • ml 150 di acqua

 

Preparazione

Versate la bardana, i semi di finocchio e l’equiseto in una teiera e portate a ebollizione l’acqua.

Toglietela dal fuoco e versatela nel recipiente con le erbe.

Lasciatela riposare per 10 minuti, filtratela e bevetela.

Se desiderate dolcificarla, utilizzate un cucchiaino di stevia.

A piacere, potete aggiungere anche una presa di buccia d’arancia bio grattugiata.

Ricetta di Roberta D’Alessandro

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

Semi di Finocchio Bio
Deliziosi semi per decorare insalate e per fare il pane

€ 3.95