Rievocazione Storica del Primo Presepe e Mercatino di Natale di Greccio

Correva l’anno 1223, Natale, e a Greccio, attuale provincia di Rieti, San Francesco di Assisi sostenuto da Giovanni Velita, nobile signore del paese, realizza il primo presepe della storia, dando origine a una storia e a una tradizione che continua nel tempo, che rivive ogni anno in case e chiese in tutto il mondo.

I presepi viventi, si sa, sono sempre suggestivi, sia per i luoghi in cui vengono messi in scena, sia per gli abiti, le luci e le atmosfere.

Tutti meritano di essere visti, figuriamoci  quello di Greccio, per l’appunto, dove viene realizzata la Rievocazione del Presepe del 1223, animata da personaggi in costumi medioevali e articolato in sei quadri viventi.

Una spettacolare scenografia, le luci, la devozione degli interpreti, la bellezza ed alla natura del luogo, rendono questa manifestazione, oltre che unica, anche molto suggestiva.

La Rievocazione Storica del Primo Presepe del Mondo di Greccio, sarà rappresentata per il Natale 2017/2018  nei giorni:

  • 24 Dicembre alle ore 22.30
  • 26 Dicembre alle ore 17.30
  • 30 Dicembre alle ore 17.30
  • 1 Gennaio alle ore 17.30
  • 5 Gennaio alle ore 17.30
  • 6 Gennaio alle ore 17.30
  • 7 Gennaio alle ore 17.30

Lo spettacolo potrà essere assistito comodamente nelle tribune da duecento posti a sedere, e in tensostrutture riscaldate.

La Rievocazione fornisce il pretesto per visitare il Santuario, uno dei più importanti del francescanesimo, nonché il centro storico medioevale.

Qui ci attende il Mercatino di Natale, allestito nelle classiche casette di legno, che aprirà i battenti il 3 dicembre alle ore 10.00, dove troveremo artigianato artistico, idee per fare i nostri regali, assaporare e acquistare prodotti tipici e rifocillarci negli stand gastronomici dove gustare i piatti della tradizione, e visitare il Villaggio di Babbo Natale.

Il Mercatino sarà aperto dalle ore 10.00 alle 18.00 nei giorni 2.3.4.5.6.7.8.9.10 – 23.24.25.26  – 29.30.31  dicembre nei giorni 1.5.6.7 gennaio 2018.

Negli stessi giorni non mancheranno musica, eventi e mostre come il Sentiero degli Artisti, un museo a cielo aperto ospitante 24 affreschi dislocati sui muri esterni delle abitazioni del centro storico, il Francesco di Greccio, statua rappresentante San Francesco di Assisi alta ben 5 metri.

Una visita la merita anche la “Cappellina” di San Francesco, la torre campanaria e la Chiesa Maggiore di San Michele Arcangelo, che ospiterà mostre di pittura e  fotografica e non potrà mancare certo la visita al Museo dei Presepi, che accoglie numerose espressioni artistiche della Natività provenienti da ogni parte d’Italia.

Articolo di Alessandro Rotondi

verdenaturablog@gmail.com

https://www.facebook.com/verdenaturablog

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...